fbpx
18 Giugno 2013

In bici con il caschetto e la fascia tricolore Marino al Milite Ignoto per l’ insediamento

In bici con il caschetto e la fascia tricolore Marino al Milite Ignoto per l’ insediamento

Come da tradizione, in occasione del suo insediamento, il sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha deposto una corona di alloro presso l’ Altare della Patria in piazza Venezia e per la prima volta indossando la fascia tricolore. “Sono molto emozionato – ha detto Marino – ma anche soddisfatto che la mia prima uscita pubblica, indossando la fascia tricolore, sia stata per portare onore a un simbolo che deve necessariamente riunire tutto il nostro popolo, perché è il simbolo di chi ha perso la vita per la libertà del nostro Paese”. Così questa mattina, nonostante il caldo e quasi 39 gradi ‘percepiti’, il neo sindaco non ha rinunciato alle due ruote per un mini ‘tour’ finalizzato alla posa di corone di alloro all’ Altare della Patria, a Porta San Paolo, alle Fosse Ardeatine e davanti alla Sinagoga, in occasione del suo insediamento. Ma c’ è una novità: cambio di bici, via quella rossa, e caschetto in testa: almeno per ora, forse per il grande caldo, Marino sta utilizzando una mountain bike ‘Lombardo’ di colore bianco, in dotazione alla Municipale, con cambio Shimano. “Sì oggi ho cambiato la bici – ha ammesso – ed ora indosso il casco che serve visto che me lo avevano fatto notare, anche io lo porto per dare il buon esempio. Me lo hanno chiesto anche i cittadini. Oggi per spostarmi userò questa che è più comoda. Almeno le marce me le concedete. La bici rossa è rimasta parcheggiata sotto il Campidoglio”. Sulla composizione della giunta capitolina “stiamo lavorando. Al termine di queste cerimonie tornerò in ufficio e dedicherò il resto della giornata alla valutazione dei curricula, con l’ obiettivo di selezionare le persone sulla base delle loro competenze e storia professionale in modo tale da avere una giunta che sia preparata per le tante sfide che questa capitale pone”, ha spiegato il sindaco di Roma, a margine della cerimonia di deposizione della corona d’ alloro in Porta San Paolo. In merito ad una possibile carenza di quote rosa in giunta, Marino ha commentato sorridendo che di donne “semmai ne abbiamo in abbondanza” e a chi gli ha chiesto un’ anticipazione per quanto riguarda la data, ha risposto: “Io non mi metto dei termini temporali – ha replicato – ma vorrei chiudere nel tempo più breve possibile, perché la città ha bisogno della giunta per risolvere tutte le urgenze che ci sono”. A piazzale Ostiense Marino è arrivato con una nuova mountain bike. Ad accoglierlo erano presenti, in borghese: l’ associazione nazionale vittime civili di guerra, l’ associazione nazionale carristi d’ Italia, l’ associazione nazionale bersaglieri sezione di Pomezia e Albano laziale. C’ erano poi i militari in servizio appartenenti a tutte le armi: esercito, granatieri, areonautica, finanza. Marino ha infine stretto la mano al generale Mauro Moscatelli. Prima di ripartire, il sindaco ha indossato il caschetto dicendo: “il Codacons ha protestato e io rispondo”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox