12 Aprile 2022

IMPRESE: MISE LANCIA FONDO PER IMPRENDITORIA FEMMINILE MA DISCRIMINA L’ACCESSO DEGLI UTENTI AI WEBINAR

CODACONS PRESENTA DIFFIDA, DISPARITA’ DI TRATTAMENTO TRA AVENTI DIRITTO ALL’INCENTIVO

Come noto, con l’art. 1 della legge n. 178 del 30 dicembre 2020, è stato istituito presso il Ministero dello sviluppo economico il Fondo a sostegno dell’impresa femminile, l’incentivo nazionale che sostiene la nascita e il consolidamento delle imprese guidate da donne.
Il Mise, dopo aver pubblicato in data 30 marzo sul proprio sito web le notizie relative all’apertura dei termini di presentazione delle domande per richiedere i contributi a fondo perduto e i finanziamenti agevolati, ha al contempo – al fine di agevolare l’accesso alle domande – invitato gli interessati ad iscriversi ai webinar di approfondimento per l’accesso all’incentivo.
Tuttavia tali webinar illustrativi sono tutto fuorché degli ausili, in quanto le iscrizioni agli stessi alla data del 10 aprile 2022 risultavano tutte chiuse – denuncia oggi il Codacons.
I webinar in questione sono risultati, con enorme stupore per i consumatori, a numero chiuso, determinando così inequivocabilmente una disparità di trattamento tra chi è riuscito ad iscriversi e partecipare e chi invece si è trovato, dall’oggi al domani, con l’accesso precluso senza alcun avviso di sorta.
Non si comprende la ragione per la quale un webinar istituito da un ente pubblico sia a numero chiuso, quando tali incontri online possono essere seguiti anche su YouTube senza partecipazione attiva, e non si comprende come e quando le iscrizioni siano state chiuse mancando del tutto dal sito web ogni avviso afferente ad esempio il numero limite di partecipanti o l’indicazione di un qualsivoglia termine entro il quale doversi iscrivere per partecipare ai webinar – afferma il Codacons.
La data di presentazione delle domande è imminente (19 maggio 2022) ed i soggetti interessati devono disporre del tempo necessario per comprendere, preparare il progetto e presentare la domanda.
La pratica descritta sarebbe a dir poco problematica e discriminatoria, poiché coloro che fortunatamente sono riusciti, non si sa in che modo, ad iscriversi AI webinar organizzati per i giorni 11-14 aprile 2022 risultano notevolmente agevolati rispetto a coloro che hanno invece trovato l’accesso precluso, nonché rispetto a coloro che addirittura sono ora in attesa di potenziali date di programmazione da pianificare eventualmente “sulla base delle richieste”.
Il Codacons ha dunque presentato una diffida al Mise e ad Invitalia chiedendo di inibire la descritta pratica discriminatoria per tutti coloro che non hanno potuto iscriversi e partecipare, e di aprire necessariamente i webinar al pubblico senza alcun limite numerico.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this