26 Novembre 2020

Il venerdì degli acquisti Si annuncia l’anno boom

l Black Friday 2020 sembra destinato ad abbattere ogni record. Secondo il Codacons, che ha realizzato uno studio sull’ormai atteso appuntamento con sconti e promozioni, saranno 25 milioni gli italiani che approfitteranno per fare almeno un acquisto, con un incremento del +47% rispetto allo scorso anno. L’intera settimana di sconti in corso fino all’appuntamento clou di domani, venerdì 27, e poi ancora oltre, genererà nel 2020 un giro d’affari di oltre 2,5 miliardi di euro, con una crescita del +27% rispetto allo scorso anno, stima l’associazione Secondo diversi osservatori, alla base del forte aumento atteso del numero di cittadini che aderirà al Black Friday c’è proprio il Covid. Le restrizioni sul fronte dei negozi, la paura dei contagi e l’incertezza sul futuro spingeranno infatti molti ad anticipare le spese di Natale in questa fine di novembre. Una consistente fetta di consumatori ricorrerà alla settimana di sconti per fare acquisti non solo per sé, ma anche per amici e parenti. In base alla ricerca del Codacons, infatti, il 35% dei regali di Natale, oltre 1 su 3, sarà acquistato quest’anno proprio durante il Black Friday. Anche sul fronte della spesa procapite e della tipologia dei prodotti che saranno acquistati, entra in gioco il Covid: se da un lato aumenterà il numero di italiani che approfitteranno delle offerte, dall’altro si riduce il budget da destinare al Black Friday, causa delle difficoltà economiche causate dall’emergenza sanitaria e da una maggiore propensione dei cittadini a contenere la spesa in vista di un futuro incerto. Rispetto agli anni passati ci sarà inoltre una impennata negli acquisti di prodotti legati allo smartworking (pc, tastiere, tablet, ecc.), articoli sportivi e per la cura della persona, prodotti per la casa. Nello specifico, in base alle stime del Codacons questa la classifica dei prodotti più acquistati durante la settimana del Black Friday, con la percentuale di italiani che faranno almeno un acquisto nei vari settori: elettronica e hi- 66%; abbigliamento 55%; giochi e videogiochi 45%; Il Black Friday, il venerdì dei super sconti importato dagli Usa e diventato negli ultimi anni anche da noi un appuntamento sempre più atteso da commercianti e consumatori. margine dell’iniziativa per lo shopping è nata anche una polemica con l’e finito nel mirino dei negozi tradizionali. Confesercenti ha presentato un esposto all’Antitrust per denunciare la disparità di condizioni venutasi a creare tra i negozi tradizionali e gli operatori dell’on soprattutto in questa situazione con le imprese di vicinato chiuse per scelta amministrativa. «Siamo di fronte ad una distorsione gravissima della concorrenza, che dobbiamo correggere al più presto», afferma Confesercenti, che ha anche scritto al presidente del Consiglio Conte per chiedere che l’Italia segua la soluzione della Francia, dove sia la grande distribuzione organizzata sia Amazon hanno accettato di posticipare la data del Black Friday al 4 dicembre. Alle imprese ha risposto direttamente il colosso dell’e Amazon, chiarendo come oltre la metà delle proprie vendite annuali provengano dalle pmi. «Sin dall’inizio della pandemia abbiamo lavorato duramente per garantire la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti, supportando le 14.000 piccole imprese italiane che vendono nel nostro negozio», chiarisce Amazon Italia, precisando che nel 2019 quasi 600 piccole imprese italiane hanno superato il milione di dollari di vendite sulla piattaforma di e-commerce.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox