10 Novembre 2004

IL TAR LAZIO BOCCIA IL CNU E IL PRESIDENTE DELL?AUTORITA? PER LE TLC CHELI!!!

    ANNULLATE LE NOMINE SU RICORSO DEL CODACONS. MA NON SOLO: ORA I COMPONENTI DEL CONSIGLIO DOVRANNO RISPONDERE DEI DANNI DINANZI ALLA CORTE DEI CONTI





    Clamorosa decisione oggi del Tar del Lazio, II sez. Pres. Riccio Estensore Sestini, che, accogliendo il ricorso presentato dal Codacons, ha annullato le nomine relative al Cnu (Consiglio Nazionale Utenti) per gravi illegittimità.

    Il Tar, aderendo alle richieste del difensore del Codacons, Avv. Carlo Rienzi, ha anche trasmesso gli atti al Procuratore Generale della Corte dei Conti del Lazio, in relazione ai danni all?Erario.

    Ora i componenti del Consiglio e il Presidente dell? Autorità per le comunicazioni Cheli dovranno rispondere per migliaia di euro di danni per il comportamento illecito oltre che illegittimo, di nominare ?amici e compari? senza alcun titolo al solo scopo di costituire un organismo che fosse vicino e ?ossequiante? alla direzione dell?Autorità.

    ?La lezione inflitta dal Tar è esemplare ? annuncia il Presidente Codacons Carlo Rienzi ? e adesso non solo dovrà essere nominato all?interno del Cnu il rappresentante designato da Adusbef e Codacons (le due associazioni che hanno presentato il ricorso), Marco Ramadori, ma i responsabili della vicenda dovranno risarcire lo Stato di tutti i danni che l?Erario subirà per il ritardo nel funzionamento dell?organo?.

    Come si ricorderà con una precedente ordinanza il Tar Lazio aveva sospeso le nomine, annullate adesso anche nel merito.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox