9 Agosto 2010

Il ritorno alle lezioni costa dai 350 ai 600 euro

Il ritorno alle lezioni costa dai 350 ai 600 euro
 

Dai 350 ai 600 euro, tanto costa preparare il figlio al ritorno a scuola. Una spesa che se ne va in libri di testo, in zaini e astucci, corredi interi, dai quaderni alle penne. Se poi si inseguono le mode, si può spendere anche di più. Questa la stima fatta dall’ associazione dei consumatori Adico, con il presidente Carlo Garofolini, già lo scorso mese di giugno, appena chiuse le scuole. Tra un mese si torna in classe e si torna a parlare di caro-libri. Il Codacons da tempo è impegnato in una campagna a favore della distribuzione via internet, gratuita, di libri di testo e l’ associazione ha ingaggiato uno scontro con le case editrici sui diritti d’ autore. E poi c’ è l’ annosa questione delle nuove edizioni di testi adottate da molti istituti scolastici. Spesso, avvertono le associazioni dei consumatori, le nuove edizioni si discostano davvero di un niente dalle precedenti, salvo nel prezzo che è più alto. Quindi l’ invito alle famiglie prima di acquistare è di controllare i libri e valutare se superano i tetti di spesa massimi previsti dal ministero, ricorrendo anche alle segnalazioni al Provveditorato se serve. Altrimenti, la via più facile per cercare di risparmiare è optare per l’ usato. La ricerca di libri usati per la scuola viaggia su internet, anche attraverso la piattaforma di Ebay, ma anche il Comune di Venezia la sostiene. Anche quest’ anno sono stati organizzati i mercatini di «Libro contro libro» che per i ragazzi delle Superiori tornano dal 6 al 10 settembre al Palaplip di Carpenedo e a villa Groggia, a S.Alvise, per il centro storico. A settembre è probabile anche una riedizione dei mercatini Junior, per i ragazzi delle Medie, già organizzati nel mese di luglio dalle Municipalità. (m.ch.)

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox