15 Febbraio 2019

= IL PUNTO = Latte: domani tavolo a Cagliari, sul piatto 49 milioni (2)

(AGI) – Cagliari, 15 feb. –
– L’ASSIST DELL’UE. “Sto lavorando con il Commissario europeo all’Agricoltura Hogan per assicurare una giusta remunerazione al duro lavoro dei pastori sardi”, annuncia il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani. “Il Parlamento europeo chiede che vengano approvate al piu’ presto le nuove regole Ue per proteggere agricoltori e allevatori da possibili abusi da parte degli altri attori della filiera per commercializzare i loro prodotti. Non e’ concepibile che un litro di latte costi meno di un litro d’acqua”.
– IL SOSTEGNO DI FEDERDISTRIBUZIONE. A favore dei pastori sardi si schiera anche Federdistribuzione le cui imprese associate si impegnano ad “organizzare, a partire dal week end del 23 e 24 febbraio 2019, una intensa campagna di valorizzazione di questo prodotto e piu’ in generale dei prodotti di origine ovina”. Nei punti vendita ciascuna insegna distributiva vestira’ i propri spazi con materiali di comunicazione che inviteranno i consumatori ad avvicinarsi a questi prodotti.
– ANTITRUST E CODACONS. Intanto, ieri l”Antitrust ha aperto un’istruttoria sui prezzi del latte sardo di pecora destinato alla produzione di pecorino romano Dop, sulla base della normativa sulle pratiche commerciali sleali nella filiera agroalimentare. Il procedimento e’ stato avviato nei confronti del Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Romano e di trentadue imprese di trasformazione ad esso aderenti, tutti con sede in Sardegna. L’Antitrust intende verificare se gli operatori abbiano imposto agli allevatori un prezzo di cessione del latte al di sotto dei costi medi di produzione. Oggi il Codacons ha annunciato esposti alle procure di Roma e Nuoro, sollecitando “una formale indagine penale sulla vicenda del latte sardo, alla luce dei possibili reati a danno degli allevatori”. L’associazione di consumatori riporta la denuncia Coldiretti Sardegna secondo cui “i pastori, per necessita’ di liquidita’, sono costretti a firmare impegni sui prezzi di vendita del loro latte in bianco”. (AGI)
Rob

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox