17 Novembre 2009

Il passaggio al digitale tra caos e proteste

 
Roma Era atteso come la prova del fuoco per il passaggio al digitale terrestre. E lo switch off di Roma – prima grande capitale europea a mandare in pensione il segnale analogico – si sta confermando, nel bene e nel male, come un momento decisivo nel cammino verso la tv del futuro. Se il ministero dello Sviluppo economico vede con soddisfazione «l’Italia all’avanguardia in Europa», le associazioni dei consumatori scendono sul piede di guerra.Al ministero si festeggia il record di impianti convertiti (495) e di popolazione coinvolta (circa 4 milioni, di cui 2,7 milioni nella capitale, il resto nelle province di Roma e Latina) in 24 ore. Al call center sono arrivate 46 mila chiamate, quasi tutte legate a problemi di risintonizzazione dei canali e «andate a buon fine grazie all’aiuto in linea. Nessuna segnalazione, invece, di problematiche tecniche». Anche a DGTVi, il consorzio di broadcaster coinvolti nel passaggio alla nuova tecnologia, sono sufficientemente sereni: «La parte tecnica – sottolinea il presidente, Andrea Ambrogetti – è andata esattamente come ci aspettavamo: tutte le emittenti hanno spento il segnale analogico e l’hanno riacceso in digitale. Già a fine mattinata tutti i segnali erano in onda: sono oltre 200, tra nazionali e locali, i programmi che è possibile vedere». E la Rai fa sapere che la conversione degli impianti, in particolare quelli di Monte Mario e Monte Cavo, è stata realizzata «entro i tempi previsti e con successo». Numerose le segnalazioni ricevute dalle associazioni dei consumatori, da parte di cittadini, soprattutto anziani, che non riescono a vedere la tv anche dopo aver risintonizzato i decoder: operazione che andrà con ogni probabilità ripetuta più volte.  Protestano, tra le altre, l’Adoc e l’Aiart, mentre il Codacons ricorre alle vie legali e annuncia «la presentazione di un ricorso d’urgenza in tribunale, finalizzato a posticipare la data dello switch-off».
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox