9 Marzo 2016

Il mutuo? Meglio a tasso variabile E se la banca fallisce, la casa resta nostra

Il mutuo? Meglio a tasso variabile E se la banca fallisce, la casa resta nostra

Sui mutui casa ho il dubbio che hanno tutti ma ho anche una domanda che non ho ancora sentito fare da nessuno. Il dubbio che hanno tutti è se mi conviene concordare con la banca un prestito a tasso fisso o uno variabile con un tetto massimo. Invece la domanda che non ho ancora sentito fare è che cosa succede se io pago regolarmente una parte delle rate del mutuo ma poi la mia banca fallisce. Abbiamo visto che le banche possono fallire, ma il mutuo che fine fa? patrizia z. torino Il dubbio fra tasso fisso e tasso variabile sul mutuo è meno banale di quanto possa sembrare. Molti di noi pensano (in automatico) che essendo i tassi al minimo storico, da adesso in avanti potranno solo aumentare, e allora conviene congelare la situazione attuale con un bel tasso fisso. Ma è di parere opposto l’ avvocato Carlo Rienzi, presidente dell’ associazione di consumatori Codacons: «Il tasso variabile è preferibile perché è legato all’ andamento del mercato. Quello fisso ha sempre un minimo di alea: i tassi attuali possono ancora scendere, perché adesso sono bassi ma non sono a zero. I mutui migliori» secondo Rienzi «sono quelli che a fine anno permettono di cambiare il tasso da variabile a fisso e viceversa. Non tutte le banche li fanno, bisogna chiedere». E invece il rischio, purtroppo non teorico (lo abbiamo visto di recente) che la banca fallisca, che cosa comporta per chi ha stipulato un mutuo? «Nessun rischio. Peggio per la banca» risponde Rienzi. «Se la banca fallisce, la signora che vi ha scritto la lettera resta debitrice delle rate che non ha ancora pagato, ma la casa è sua, non è della banca, perciò non rientra nell’ asse fallimentare. E se la signora ha pagato le rate fino a quel momento non c’ è nessuno che possa espropriarla. Sarà poi la banca-ponte, o comunque quella che erediterà i crediti, a doversi attivare per avere le rate residue. E a richiesta, la signora pagherà». Nessun problema.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox