23 Novembre 2018

Il ministro torni con i piedi per terra

 

Matteo Salvini non discetta
solo di ordine pubblico, di prov-
vedimenti securitari contro i
migranti, di ruspe contro i cam-
pi rom e di eventuale scheda-
tura. Ora, il ministro dell’Inter –
no sta allargando il raggio
d’azione e sta proponendo mi-
sure da Stato etico: “Lavorerò
con il ministro dell’Istruzione
alla donazione volontaria e ob-
bligatoria del sangue nelle scuo-
le”. Donazione del sangue ob-
bligatoria? Ma il ministro ha
mai sentito parlare di autono-
mia morale delle persone? Ha
mai posto l’attenzione sul sacro
principio laico dell’autodeter –
minazione del soggetto relati-
vamente ai trattamenti medici?
Si ha la fondata impressione
che le rinsaldate posizioni di po-
tere giochino brutti scherzi ad
alcuni politici. Il Codacons giu-
stamente ha censurato l’atteg –
giamento super autoritario del
ministro: “Imporre per legge la
donazione del sangue è un atto
aberrante, contrario a qualsiasi
principio legale, etico e morale
e a rischio nelle sedi di giusti-
zia”. La donazione del sangue
presuppone sempre un compor-
tamento meditato, volontario,
consapevole, responsabile, soli-
dale. È ora che Matteo Salvini
torni finalmente con i piedi sul-
la terra. Con profonda stima.
Marcello Buttazzo
Lequile (Lecce)

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox