15 Ottobre 2002

Il ministro Lunardi: «Autostrade a pagamento anche al Sud»

ROMA ? Esigere il pagamento del pedaggio autostradale anche al sud, «perchè è giusto che se si ha un servizio buono venga riconosciuto». E` l`intenzione che il ministro dei Trasporti Pietro Lunardi ha espresso a Cambiano, a margine dell`inaugurazione di un nuovo stabilimento della Pininfarina. E le reazioni sono giunte, immediate e polemiche, da più parti. «Le tariffe autostradali – ha dichiarato il ministro – ci sono perchè l`autostrada è un servizio e come tale deve essere pagato». Ed ha aggiunto: «Io sono anche dell`idea di farlo pagare a tutti, da nord a sud». E chi non vuole pagare? «Faccia le statali – ha concluso ironico – sarebbe una buona cosa, così ci sarebbe meno congestione in autostrada».
Annunciano battaglia le associazioni dell`Intesa dei consumatori (Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori). In una nota chiedono al ministro «come concilierebbe tali nuovi costi per la collettività col tasso d`inflazione confermato oggi al 2,6%». Ma soprattutto le associazioni comunicano che si opporranno ai pedaggi nelle autostrade del sud «finchè queste non diverranno agibili ed efficienti come quelle del nord Italia». L`esempio eclatante, secondo l`Intesa, è l`autostrada Salerno-Reggio Calabria, piena di cantieri e tratti tortuosi.
Caustico Renzo Lusetti della Margherita, che definisce «ottima» l`idea di Lunardi. «Peccato – aggiunge – che al sud le autostrade non ci siano». Gaetano Pellegrino, senatore Udc, si è dichiarato «sconcertato» dalle parole del ministro Lunardi, «che non condivido e non capisco». E il viceministro delle Infrastrutture Ugo Martinat ha escluso l`introduzione del pedaggio sulla Salerno-Reggio Calabria prima della conclusione dei lavori.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox