fbpx
28 Giugno 2002

Il ministero all´Istruzione: tutelata la riservatezza

Aperte due inchieste, sentiti i funzionari di viale Trastevere. Il ministero all´Istruzione: tutelata la riservatezza



Alcuni dirigenti del ministero dell` Istruzione sono stati sentiti dalla procura di Roma per la fuga di notizie sulla prova scritta di latino della maturità. La sera del 19 giugno, il giorno prima della seconda prova degli esami, comparve sul forum del sito internet «Studenti.it» la traduzione integrale del capitolo 23 del `De Amicitià di Cicerone: dalle buste consegnate la mattina del 20 agli studenti dei licei classici italiani uscì proprio la stessa opera, anche se il capitolo era il diciottesimo. C´è un´altra inchiesta, sul sito «Matura.it», che secondo il Codacons venderebbe ad otto euro una card che promette informazioni riservate sulla maturità. Il ministero dell`Istruzione «collabora pienamente con la procura», ed i funzionari (spiega una nota di viale Trastevere) hanno spiegato che le prove sono trasmesse con «assoluta garanzia di riservatezza» Amos Luzzatto: grazie al presidente della Camera ma non sono ottimista, l´antisemitismo riaffora sempre

«Ho letto con estremo interesse la lettera a “La Stampa“ del Presidente della Camera dei Deputati Pier Ferdinando Casini nella quale si manifesta una decisa reazione all`offesa subita da Yasha Reibman», il consigliere radicale della Regione Lombardia aggredito, sostiene Amos Luzzatto, presidente riconfermato dell`Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, che aggiunge: «Vedo con piacere che è in perfetta sintonia con la solidarietà che abbiamo già espresso a Reibman nel congresso dell`Ucei». Luzzatto però aggiunge di non condividere il cauto ottimismo del presidente Casini, in quanto l´esponente della comunità ebraica teme che, «malgrado tutto, l`antisemitismo riaffiori di tanto in tanto a causa di radici storiche e strutturali ancora profonde» .

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox