fbpx
25 Luglio 2018

Il grillino velista fa infuriare la base

«Gli accordi erano chiari ben prima delle elezioni: il mio ruolo più che quello di parlamentare sarebbe stato quello di testimonial in difesa degli oceani. Del resto si può fare politica anche in barca». Parole e musica di Andrea Mura, il parlamentare skipper eletto tra le fila del Movimento 5Stelle che non si è+ mai visto in parlamento e sta facendo infuriare la base del suo partito. E anche i vertici, almeno a dar retta all’ anatema di Luigi di Maio: «Il parlamentare Andrea Mura dovrebbe già essersi dimesso», ha infatti dichiarato il leader pentastellato. Che poi aggiunge sempre più inviperito: «Le sue dichiarazioni non sono solo inaccettabili ma bisogna considerare anche che i parlamen- tari sono privilegiati, fanno un lavoro da privilegiati e hanno uno stipendio da privilegiati: sono i primi che devono stare chiusi lì dentro a lavorare sui provvedimenti». La vicenda era stata tirata fuori da La Nuova Sardegna che qualche giorno fa ha “interrogato” il diretto interessato sul suo “scarso” impegno parlamentare. Ma Mura, con assoluto candore aveva ribadito la sua posizione: «Avevo detto fin dall’ inizio, anche in campagna elettorale, quale sarebbe stato il mio ruolo». E poi: «Del resto ci sono un sacco di parlamentari che vanno alla Camera e passano il tempo a fare selfie in aula. Io no: io ho altro da fare». Nel frattempo il Codacons ha annunciato di aver denunciato Mura alla Procura della Repubblica di Roma. L’ accusa sarebbe quella di peculato. «Non esistono giustificazioni al comportamento di Mura – afferma il presidente Carlo Rienzi – Il deputato ha ricevuto un preciso mandato da parte dei cittadini che lo vincola a svolgere il proprio ruolo nelle sedi opportune, e tra queste non rientrano barche a vela e vacanze in mare».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox