14 Maggio 2003

Il giudice di pace rigetta il ricorso di Codacons e De Sario

Il giudice di pace rigetta il ricorso di Codacons e De Sario

«L`Asea? Ottimo lavoro»

Buttazzo: «Dimostrata la serietà di tutti gli operatori»



Legittimo l`operato dei verificatori dell`Asea. Il giudice di pace Eleonora Dell`Anna ha rigettato la richiesta di Claudio De Sario e del Codacons, che chiedevano di annullare l`onere, pari a 103,29 euro, comminato da Asea a seguito del controllo della caldaia, dove le verificatrici avevano in precedenza accertato la non conformità della canna fumaria a servizio dell`impianto di riscaldamento autonomo, così come previsto dalla legge.
«L`Asea ha operato legittimamente – sottolinea la società – nell`ambito della convenzione stipulata con il Comune di Lecce; la richiesta di pagamento dei contributi connessi alla effettuazione delle visite di controllo effettuate in casa De Sario è risultata fondata». Nella sentenza si sottolinea che «va escluso, inoltre, che vi sia stato un comportamento arbitrario di Asea nell`effettuazione del secondo controllo, reso necessario dalla accertata irregolarità dell`impianto e al quale Asea era tenuta proprio in forza della convenzione con il Comune di Lecce in applicazione della normativa quadro in materia».
Soddisfazione in merito alla sentenza viene espressa dall`amministratore di Asea, Biagio Buttazzo, che, rappresentato dall`avvocato Luca Sambati, «ha dimostrato in giusta sede, ancora una volta, la limpidezza, professionalità e serietà dei suoi dipendenti, che più volte e da più parti è stato purtroppo messa in discussione».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this