10 Luglio 2011

Il Gip di Civitavecchia riapre le indagini sul Game Fair

Il Gip di Civitavecchia riapre le indagini sul Game Fair di Tarquinia; danno ambientale l’ ipotesi di reato avanzata dal Codacons, che da due anni conduce una personale battaglia contro la società che gestisce la più importante manifestazione venatoria del centrosud. Sarà una consulenza tecnica a decidere in contraddittorio con le parti se la manifestazione produce danni o meno all’ ecosistema di Tarquinia. Ma intanto in paese monta la polemica su quella che alcuni definiscono l’ ennesima trovata "pro domo sua" del patron del Codacons, l’ avvocato Carlo Rienzi, che possiede una casa colonica a Pian di Spille, a meno di due chilometri dall’ area dove si svolge il Game Fair. Anni fa aveva chiesto di far posizionare sulla provinciale Litoranea dei dossi di rallentamento, ottenendo però solo l’ abbassamento a 50km/h del limite di velocità. Alcuni mesi or sono ha invece chiesto al Comune un’ ordinanza che obblighi gli agricoltori a non dare trattamenti alle culture in un raggio di 500 metri dalle abitazioni di campagna. Il che, considerando l’ alta concentrazione di case coloniche, significherebbe vietare di fatto agli agricoltori di quella zona l’ uso di concimi. Una strenua difesa dell’ ambiente dell’ area Pian di Spille/Riva dei Tarquini, che trova insomma tanti oppositori ma anche dei sostenitori, soprattutto tra gli ambientalisti. Secondo il Codacons la manifestazione, che si svolge a cavallo della festività del 2 giugno e che porta a Tarquinia circa 60.000 persone, produrrebbe inquinamento alle aree naturali protette di Tarquinia a causa della logistica attrezzata per l’ evento, delle attività venatorie svolte «senza alcuna regolamentazione» e per la presenza di migliaia di automobili. La Expogeo, società milanese che detiene il marchio Game Fair, si dice tranquilla e stupita. «Sono due volte che su esposto del Codacons viene aperto un fascicolo sulla manifestazione e quindi archiviato sulla base dei risultati delle indagini disposte dalla Procura». RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox