fbpx
14 Ottobre 2002

Il Garante e le squillo: “Anche i clienti hanno diritto alla privacy“

E alla fine parlò l`Authority. Argomento: prostitute e clienti vip. la vicenda è di quelle che tengono banco nel mondo dell`informazione; la questione è sempre la stessa: è giusto fare i nomi di chi, seppur famoso, frequenta certi giri?[…]

Subito dopo questo altro scandalo a luci rosse (la querelle si era già aperta a luglio per il caso “Viva lain“ di Torino), il Codacons aveva lanciato un appello: “il Garante intervenga per tutelare il diritto alla riservatezza dei clienti, perchè le scelte sessuali di ognuno sono individuali, non sindacabili dalla collettività“.
Adesso la risposta di Rodotà è arrivata. Per giunta in diretta televisiva. Chissà se basterà ad archiviare il caso. Forse questa sarebbe la vera notizia.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox