31 Ottobre 2012

IL FRECCIAROSSA DEVIA SU RICHIESTA DELLA ROMA PASSEGGERI IMBUFALITI

IL FRECCIAROSSA DEVIA SU RICHIESTA DELLA ROMA PASSEGGERI IMBUFALITI

Quando il Frecciarossa dopo Bologna ha iniziato a rallentare, i passeggeri hanno pensato fosse un “normale” congestionamento di rete. Poi, la deviazione. Il treno 9544 partito da Napoli alle 14.50 e diretto a Milano (orario di arrivo previsto: 19.40) si è allontanato dall’Alta velocità, ha imboccato la direttissima e si è fermato a Parma. Motivo: far scendere la squadra di calcio della Roma che oggi proprio lì avrà la trasferta di campionato.
«Siamo rimasti sbigottiti», ci racconta l’avvocato Adelio Riva, che si trovava sul treno arrivato poi a Milano con 40 minuti di ritardo.
La risposta di Trenitalia
«Tutto previsto», ci rispondono da Trenitalia. «In virtù di un accordo con la Roma già da un mese si sapeva che quel Frecciaorssa avrebbe fermato a Parma. Una fermata straordinaria, ma prevista».
Peccato però che non fosse stata adeguatamente segnalata sui tabelloni, nè sul sito.
Infatti, lo stesso Frecciarossa oggi, ad esempio, partirà da Napoli alle 14.50 per arrivare a Milano alle 19.40. Come tutti gli altri giorni. Senza fermare a Parma, proprio come in tutti gli altri giorni feriali.
Come avrebbe potuto mantenere l’orario con una sosta in più?
«I 40 minuti di ritardo sono dovuti solo in parte alla deviazione – ci rispondono – C’è stato anche un altro rallentamento. Altrimenti avremmo totalizzato venti minuti diritardo».
Che comunque non sono pochi: ma non sarebbe stato meglio cambiare l’orario di arrivo visto che, per dirla con Trenitalia, era tutto previsto?
Le squadre sul Frecciarossa
E cosa accadrà nel futuro visto che Trenitalia ha stipulato un accordo con altre squadre di calcio (Juventus, Lazio, Inter, solo per citarne alcune)? «Beh è raro che giochino in città non servite dall’alta velocità e situate su quella direttrice». Meno male, vien da pensare.
E l’azienda puntualizza: «L’eccezione non è riservata alle squadre di calcio. Anche se l’esigenza fosse stata manifestata da un gruppo di congressisti diretti a Parma avremmo favorito la deviazione».
Potrebbero chiederlo anche i pendolari allora? «Beh, l’evento deve essere eccezionale».
L’esposto al Codacons
Risposte che non placano l’ira dei passeggeri: «Presenterò un esposto contro Trenitalia – ci dice l’avvocato Riva – Io ho comprato un biglietto per l’alta velocità e una deviazione sulla linea direttissima non era prevista. Ci hanno avvisato? Io non l’ho sentito. E comunque, una volta sul treno, cosa avremmo potuto fare?».

(Stefania Divertito)

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox