25 Settembre 2018

Il dosso della discordia Anche il Codacons ne chiede la modifica

il comitato di difesa dei cittadini ha inviato un comunicato e una richiesta al comune di usmate per chiedere la modifica dissuasore realizzato davanti alla «dolcevita»
USMATE VELATE (glz) Non c’ è pace per l’ attraversamento pedonale rialzato realizzato nelle scorse settimane davanti all’ ingresso del ristorante Dolcevita di via Verdi a Velate. Subito dopo la sua realizzazione si erano mosse le prime polemiche con residenti e non che lo ritenevano troppo alto e anche pericoloso per gli automobilisti in transito. L’ attraversamento consente ai pedoni di raggiungere il marciapiede sul lato opposto della strada dove si trova il percorso pedonale che porta ai parcheggi limitrofi: a farsi carico delle spese per la sua realizzazione lo stesso locale di via Verdi che a fronte della richiesta di ampliamento ha garantito la realizzazione dell’ opera a scomputo degli oneri di urbanizzazione. Praticamente in una giornata di lavoro il passaggio è stato realizzato e nei giorni seguenti sono state fatte le strisce pedonali. Dopo le molte proteste arrivate in Comune e anche sulla pagina facebook del gruppo del paese è intervenuto anche il Codacons, che ha inviato una nota alla stam pa e anche all’ Amministrazione chiedendo di rivedere quanto realizzato: «Ad Usmate, la via Verdi, a seguito dell’ installazione del nuovo dosso per il controllo della velocità, è diventata un problema per tutti gli automobilisti che quotidianamente devono percorrerla – afferma il Codacons – Il dosso appare assolutamente mal strutturato e ciò crea così considerevoli disagi alle vetture che vi passano sopra. Considerata poi l’ altezza del dissuasore e la mancanza di elementi che permettano alle vetture di aderire in maniera funzionale ad esso, è facile comprendere le difficoltà che devono affrontare gli automobilisti». Una diffida inviata al Comune che ora con i propri tecnici dovrà verificare la regolarità del manufatto: «I tecnici incaricati dall’ azienda che ha realizzato l’ attraversamento hanno garantito il rispetto delle regole previste e fino a prova contraria per noi questo è realizzato ad arte – ha affermato il vicesindaco e assessore ai la vori pubblici Pasquale De Sena- Questa settimana i tecnici comunali controlleranno le relazioni fatte dall’ impresa e verificheranno sul posto se l’ attraversamento pedonale rispetta i parametri previsti. Nel caso non rispettasse la normativa si chiederà una mo difica, ma come detto al momento ci sono tutte le carte in regola. Il nostro obiettivo era ottenere un rallentamento delle auto di passaggio e questo è stato ottenuto salvaguardando chi esce dalla pizzeria e anche gli altri pedoni. Ho provato personalmente a passarci sopra e a 30 chilometri orari non ho avuto alcun problema con la mia auto che è anche particolarmente bassa. Basta quindi rispettare i limiti di velocità». Sulla questione dosso è anche intervenuta l’ opposizione della Lega nord che ha chiesto una verifica di quanto realizzato per garantire la sicurezza, oltre che dei pedoni, anche degli automobilisti: «Siamo d’ accordo con la realizzazione di un passaggio che rallenti la velocità delle auto – ha affermato Daniele Ripamonti della Lega Nord – Vogliamo essere sicuri che questo sia però in regole, anche se da quanto ho potuto constatare ha delle rampe troppo ripide e pericolose per le auto. Un po’ come tutti i dossi presenti in paese pericolosi se presi ad alta velocità. Non vorrei che anche questa volta il vicesindaco ritorni sui suoi passi chiedendo una modifica come fatto per il senso unico di via Belgioioso». Lorenzo Giglio.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox