fbpx
24 Luglio 2018

Il deputato grillino Andrea Mura: «Io assente in Aula? Faccio politica in barca»

 

« L’ attività politica non si svolge solo in Parlamento , Si può svolgere anche su una barca. Io l’ ho detto fin dall’ inizio, anche in campagna elettorale, che il mio ruolo, più che quello di parlamentare, sarebbe stato quello di testimonial a difesa degli oceani». Così, in un’ intervista alla Nuova Sardegna, il velista Andrea Mura, deputato del M5S accusato dal parlamentare di FI Ugo Cappellacci di essere stato assente da Montecitorio il 96% delle volte. Mura spiega di andare alla Camera « una volta alla settimana, per la commissione Trasporti . Capisco l’ incredulità, ma io l’ ho detto fin dall’ inizio al Movimento che non volevo fare il parlamentare ma il testimonial per salvare gli oceani dalla plastica». Il deputato racconta che a novembre sarà impegnato nella `Rotta del rum’, una regata in solitario dalla Francia ai Caraibi. «Userò la mia imbarcazione davanti a due milioni e mezzo di spettatori e a 90 milioni di telecamere per trasmettere un messaggio fondamentale: salvate gli oceani dalle microplastiche. Per la prima volta uno sportivo ancora in attività sarà testimonial della Camera dei deputati su un tema che interessa tutti». L’ M5S «sapeva quale sarebbe stato il mio ruolo e mi appoggia in questa battaglia. D’ altronde, con la maggioranza schiacciante che i Cinque Stelle hanno alla Camera, che io sia presente o meno non fa alcuna differenza», osserva Mura. In merito al suo stipendio da deputato, «è probabile che quei soldi finiscano nel fondo microcredito istituito dal M5S. Ci sto pensando». I capigruppo del Movimento: «Vuole andare in barca a vela? Si dimetta» «Se il deputato del MoVimento 5 Stelle Andrea Mura ritiene di voler continuare a dedicarsi prevalentemente ad altre attività, trascurando il mandato che gli hanno assegnato i cittadini alla Camera, ha una sola via da seguire: quella di presentare le dimissioni da parlamentare». Così in una nota i capigruppo M5S di Camera e Senato Francesco D’ Uva e Stefano Patuanelli sul parlamentare recordman di assenze e velista che in un’ intervista ha detto che «l’ attività politica non si svolge solo in Parlamento, ma anche su una barca». Di Maio: «Avrebbe già dovuto dimettersi» Andrea Mura, il deputato `velista’ dell’ M5s, «doveva già dimettersi»: «i parlamentari sono dei privilegiati con stipendi da privilegiati e sono i primi che devono andare a lavorare». È quanto ha detto il capo politico del Movimento, Luigi Di Maio, conversando con i giornalisti in occasione dell’ assemblea dell’ Alleanza delle Cooperative. La denuncia del Codacons per peculato Ora rischia di dover rispondere del reato di peculato Andrea Mura, il deputato del M5S con il 96% di assenze in Parlamento. Il Codacons lo ha infatti denunciato alla Procura della Repubblica di Roma con un esposto depositato oggi in cui si chiede di procedere penalmente nei confronti del velista. «Non esistono giustificazioni al comportamento di Mura – afferma il presidente Carlo Rienzi – Il deputato ha ricevuto un preciso mandato da parte dei cittadini che lo vincola a svolgere il proprio ruolo nelle sedi opportune, e tra queste non rientrano barche a vela e vacanze in mare. Ruolo che viene lautamente ricompensato attraverso lo stipendio da parlamentare che egli riceve ogni mese e tutti i privilegi connessi. Proprio in tal senso la decisione di Andrea Mura di assentarsi dalla aule della Camera per trascorrere il proprio tempo in barca a vela potrebbe addirittura configurare il grave reato di peculato». Nell’ esposto del Codacons si legge: «A parere della scrivente sono molte le verifiche e le indagini che l’ autorità adita dovrà svolgere in primo luogo accertando la veridicità di quanto pubblicato poichè in caso affermativo potrebbero emergere responsabilità e fattispecie penalmente rilevanti a carico del deputato del M5s Andrea Mura per il reato di peculato. Quanto potrebbe emergere dalle indagini della Procura si tradurrebbe in un fenomeno gravissimo, in grado di produrre un danno economico evidente ed elevatissimo non solo a danno della stessa P.a. ma anche a danno della collettività trattandosi nel caso specifico di fondi pubblici».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox