27 Settembre 2001

Il Comune dice che l?acqua è potabile? Il Codacons non si fida

CITTADUCALE
«Il Comune dice che l?acqua è potabile? Il Codacons
non si fida e chiede altri accertamenti all?Arpa»

Cittaducale: continua il botta e risposta fra Comune e Codacons sulla potabilità dell?acqua. Scrive Marco Tiberti, responsabile provinciale del Codacons: «Non siamo d?accordo sulla risposta dell`Ufficio Tecnico. Appare evidente che se non ci fossero state analisi periodiche dell`Arpa nessuno si sarebbe accorto di alcuna disfunzione all`impianto di depurazione delle acque. Appare altresì palese che l`impianto è sprovvisto di un sistema di allarme che indichi il basso livello di cloro nel serbatoio o un clororeciduometro che evidenzi il cloro residuo. Buona norma per la potabilità dell`acqua sarebbe una non clorazione ma così non è, segno evidente che l`acquedotto civitese (presso le Sorgenti del Peschiera) è fatto talmente male da avere bisogno di una costante disinfezione. Da quanto esposto dall`Ufficio Tecnico del Comune di Cittaducale non viene certificato che l`acqua sia potabile a cloratore spento. Quindi l`acqua di Cittaducale senza cloratore non è potabile e con il cloratore è un` acqua trattata. Concludendo il Codacons, a tutela della sanità pubblica, chiederà all`Arpa di ripetere le analisi a clorazione spenta e successivamente di far individuare la fonte inquinante. Una decisione giunta dopo aver interpellato, fra gli altri, i propri consulenti quali l?ingegner Paolo Cioppa (ingegnere idraulico con indirizzo ambientale) e il dottor Giorgio Vitali (chimico)».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox