fbpx
29 Maggio 2016

Il Codacons tira in ballo «mafia capitale» «Questo degrado è il risultato degli appalti irregolari»

Il Codacons tira in ballo «mafia capitale» «Questo degrado è il risultato degli appalti irregolari»

I dati sui rifiuti diffusi ieri da Confartigianato «confermano in modo inconfutabile lo stato di degrado che regna a Roma nonostante i cittadini della capitale paghino tariffe più alte di tutte le altre città italiane». Lo afferma il Codacons, che sulla questione della pulizia della città chiama in causa la gestione degli appalti. «Le condizioni disastrose in cui versa Roma sul fronte della raccolta rifiuti sono il risultato diretto delle irregolarità registrate nel settore degli appalti – afferma il candidato sindaco di Roma, Carlo Rienzi, presidente Codacons – questo perchè la corruzione emersa nell’ ambito della vicenda “Mafia capitale” ha portato a una distorsione degli appalti, con il risultato di servizi peggiori e di tariffe più salate». «Ora, alla luce dei risultati dello studio di Confartigianato, ai cittadini romani andrà restituito il 50% delle tariffe rifiuti pagate nel corso degli ultimi 5 anni – spiega Rienzi – in tal senso il Codacons analizzerà le vie legali che i residenti potranno intraprendere per avere indietro le maggiori somme ingiustamente versate negli anni.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox