21 Novembre 2020

Il Codacons sta coi dilettanti e Sibilia finisce nel mirino

 di Andrea Grassani LODI Sembra proprio non trovare pace il mondo del calcio dilettantistico, cui presidente Cosimo Sibilia è sempre più nel mirino. Questa volta è il Codacons (l’associazione dei consumatori) che ha presentato un esposto all’Anac Anac (l’autorità nazionale anticorruzione) sull’incompatibilità del numero uno della Lnd con il suo ruolo di parlamentare (eletto nella Camera dei deputati nelle liste di Forza Italia). Contrasta con l’articolo 2 della legge 13 febbraio 1953 sugli incarichi parlamentari. Sibilia è anche vicepresidente vicario della Figc e presidente del consiglio di amministrazione della Federcalcio servizio srl, insomma un bel pasticcio. Viene da chiedersi come mai proprio ora qualcuno si sia accorto di queste incompatibilità e il motivo potrebbe anche essere che la gestione della Lnd, in particolare della Serie D dove è ormai esploso un certo malcontento da parte di alcune società del Nord (guidate dal presidente del Seregno Davide Erba, che ne ha pubblicamente chiesto le dimissioni) non stia piacendo affatto ai vertici dello sport italiano, Giovanni Malagò in testa. proprio presidente del Coni insieme al ministro dello Sport Vincenzo Spadafora sarebbe pronto a chiedere a Sibilia di fare un passo indietro, soprattutto in vista delle prossime elezioni che L’associazione dei consumatori ha presentato un esposto per l’incompatibilità con il ruolo di parlamentare porteranno al rinnovamento dei vertici del calcio italiano. Nei giorni scorsi proprio sulle colonne del “Cittadino” l’ex presidente della Figc Carlo Tavecchio aveva duramente criticato la Lega nazionale dilettanti, dicendosi pronto a tornare in pista come candidato a presidente del Comitato regionale lombardo. La risposta di Sibilia non si è fatta attendere: «Dal 1953 ad oggi numerosi sono i presidenti non solo di associazioni di diritto privato come le Leghe, ma di Federazioni sportive nazionali e di Enti di promozione che sono stati e sono ancora oggi in carica pur servendo il Paese come parlamentari e nessuno ha mai eccepito».
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox