22 Giugno 2014

Il Codacons sollecita i cittadini a farsi avanti «Diritto di rimborso per il mancato recapito»

Il Codacons sollecita i cittadini a farsi avanti «Diritto di rimborso per il mancato recapito»

«Disservizi postali? Siamo solo all’ inizio. La situazione è destinata a peggiorare. Avviso i cittadini che hanno diritto a chiedere il rimborso per eventuali danni causati dalla mancanza della consegna di lettere raccomandate». Mauro Antonelli referente Codacons è schietto. Le Poste italiane sono nate per recapitare lettere e pacchi « ora sono diventate banca, cartoleria, libreria e azienda di telefonia. Negli anni scorsi si era raggiunto un buon livello sul fronte del servizio, le lettere venivano consegnate velocemente così come i pacchi. Oggi la situazione sta peggiorando, e con l’ arrivo delle ferie sarà ancora peggio – prosegue Antonelli – con portalettere in ferie che non verranno sostituiti e uffici ad orario ridotto». A gennaio addirittura il sindaco di Pescate per consegnare le missive comunali si era dovuto appellare agli operatori ecologici. Operatori che avevano fatto la spola da una casa all’ altra per consegnare, in tempo reale, lettere e avvisi del Comune. Ad Oliveto invece c’ era stato chi aveva ricevuto le bollette scadute da settimane. «Entro qualche settimana ci troveremo di nuovo con varie difficoltà, invito gli utenti a rivolgersi alle associazioni dei consumatori qualora ravvisassero dei danni per la mancata consegna di raccomandate». Fa notare il referente del Codacons. Quanto alle bollette se arriveranno in ritardo gli utenti dovranno arrangiarsi a pagare la mora, la multa, col rischio di trovarsi con gas e luce tagliata. •

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this