22 Gennaio 2010

Il Codacons: “Ricorso al Tar contro i Giochi”

I consumatori: «Traffico e sporcizia, la città non può ospitare le Olimpiadi»

Sul "sogno" di Roma 2020 cala la scure del Codacons: «Roma non è in grado di ospitare una manifestazione della portata delle Olimpiadi – ha detto in una nota il presidente Carlo Rienzi – Basti pensare alle condizioni del traffico nella capitale, con chilometri e chilometri di code ogni mattina in tutta la città; alla sporcizia delle strade; allo stato fatiscente delle periferie e a tutti gli altri problemi che assillano la città». L’ associazione dei consumatori ha quindi annunciato l’ intenzione di impugnare al Tar del Lazio la mozione approvata ieri dal Consiglio comunale che dà il via libera alla candidatura della capitale per i Giochi 2020. Nel pomeriggio il sinfaco Gianni Alemanno aveva tracciato le grandi linee della candidatura. Come Londra puntò sul wellness nel presentare la candidatura alle Olimpiadi 2012, «noi punteremo sull’ Ambiente» , ha detto il primo cittadino. «Il Tevere avrà un grandissimo ruolo», ha ribadito Alemanno. Il sindaco ha poi espresso soddisfazione per l’ approvazione all’ unanimità della mozione in consiglio comunale. «Ora – ha aggiunto – dobbiamo essere coerenti con gli indirizzi della mozione». Alemanno ha infine fatto presente che «tutta la candidatura sarà gestita con fondi privati derivanti dagli sponsor, senza risorse pubbliche». Codacons permettendo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox