5 Febbraio 2009

Il Codacons protesta contro il caro ticket

 
Il Codacons di Udine protesta contro il caro ticket. Sabato 7 febbraio alle ore 11, nell’atrio dell’ospedale di Udine, l’associazione promuoverà un sit-in pacifico per dissentire dall’adeguamento delle tariffe delle prestazioni sanitarie, diagnostiche e ambulatoriali, ritoccate all’inizio dell’anno del 3,5%; un aumento che non si concilia affatto, secondo il Codacons, con la necessità sempre più pressante di sostenere le famiglie: «Inutile allora proporre le social card – spiega il presidente provinciale Codacons Pierluigi Chiarla – se poi si va a rincarare il ticket; un’operazione che naturalmente va a toccare chi ha già problemi economici e non può permettersi una visita o un esame presso privati».
      Sabato mattina il responsabile regionale Codacons dei servizi socio-sanitari Bruno Peres e quello provinciale Vincenza Mastrolia, assieme al presidente Codacons Fvg Vitto Clautt e decine di altri associati, distribuiranno volantini e questionari per effettuare indagini conoscitive allo scopo di testare la soddisfazione degli utenti sulla sanità. «La stampa ha recentemente riportato episodi i minacce ai sorveglianti dell’ospedale – riferisce Chiarla -, ma poco si è detto, invece, dei casi in cui sono gli utenti ad essere maltrattati».
      È il caso proprio di Chiarla, che per entrare al pronto soccorso pediatrico, dove era ricoverata sua figlia, ha dovuto chiamare la polizia. «È accaduto il 20 gennaio – racconta – il custode si è chiuso dentro la guardiola senza darmi neanche la possibilità di rilasciargli le mie generalità per poter entrare. Quando gli ho detto che avrei segnalato il caso in direzione ha cominciato a tirare pugni ai vetri, sono dovuto ricorrere quindi all’intervento della Polizia».
      Il Codacons di Udine effettuerà quindi dei controlli sul comportamento del personale in ospedale, sollecitando reclami tramite le indagini conoscitive (questionari). Sempre di sanità si parlerà domani alle ore 17.30 allo “Speaker’s Corner”, appuntamento che il Codacons tiene settimanalmente in piazza San Giacomo; una sorta di “Angolo degli oratori” in cui chiunque può dire la sua, uno strumento tramite il quale si può esprimere liberamente la propria opinione su un qualsiasi argomento, sollecitando il dibattito.
 
 
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this