5 Luglio 2010

Il Codacons promuove una Class action anti pedaggi

L’obiettivo è aprire un’inchiesta finalizzata a valutare quanto c’é di illegale neglii incrementi delle tariffe autostradali decise

 

 Al solito si bussa alle tasche di chi deve muoversi sulla rete autostradale e lo si fa giusto nel periodo che anticipa le vacanze. C’é però chi non accetta questi corsi e ricorsi tipici della stagione estiva; il Codacons infatti si è mosso con un esposto alla Commissione europea.
Il coordinamento delle associazioni di difesa dei consumatore fa la sua battaglia contro i rincari entrati in vigore su tutto il territorio nazionale hanno lo scopo di trovare fondi affinché possa essere sovvenzionata l’Anas.
Di questo e altro si parla nel sito IlTempo.it. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:
“Contro i rincari delle tariffe autostradali si potrebbe arrivare a una class action. A minacciare di presentare un’azione legale collettiva è stato ieri il Codacons: «Invitiamo gli automobilisti a conservare le ricevute dei pedaggi pagati ai caselli – ha affermato il presidente Carlo Rienzi – ai fini di una futura Class Action che potrà essere intentata per ottenere la restituzione delle maggiori somme pagate»…”
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this