23 Ottobre 2013

Il Codacons: “Noi parte civile in un processo. E in caso di condanne, disponibili a ospitare i politici”

Il Codacons: “Noi parte civile in un processo. E in caso di condanne, disponibili a ospitare i politici”

da corrieredibologna.it

BOLOGNA – La Guardia di finanza è tornata anche mercoledì mattina nella sede della regione Emilia-Romagna. A quanto si apprende la Gdf è tornata negli uffici di almeno un gruppo, l’ Idv, per completare il lavoro di verifica a acquisizione di documenti cominciato martedì. Nell’ inchiesta s ulle spese dei gruppi consiliari dell’ Assemblea legislativa della Regione sono indagati i nove capigruppo . CODACONS – Nel frattempo, il Codacons fa sapere che “se dovesse emergere che in effetti delle somme sono state utilizzate per scopi estranei alle finalità istituzionali dei gruppi consiglieri, ci costituiremo parte civile nel procedimento penale che ne dovesse scaturire, come del resto ha già fatto nel procedimento penale a carico dei capigruppo della Regione Lazio”. In una nota, poi, l’ associazione spiega che si attiverà “in caso di rinvio a giudizio dei consiglieri regionali, per ottenere la decadenza dell’ intero consiglio e andare così a nuove elezioni regionali da tenersi in concomitanza con le elezioni Europee”. Inoltre, guardando ancora oltre, dichiara la disponibilità a ospitare nella propria sede di Bologna a titolo di servizio sociale alternativo al carcere quelli che eventualmente venissero condannati “affinchè lavorino gratis a favore dei consumatori”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this