26 Giugno 2019

Il Codacons minaccia azioni legali per i danni

Minaccia di denunciare l’ amministrazione comunale «alla Corte dei Conti e alle Autorità competenti» il vicepresidente nazionale del Codacons, Francesco Di Lieto, diffidandola a ripristinare la pavimentazione stradale ridotta a “groviera”. «Qualora le opere non dovessero essere eseguite, nel termine di cinque giorni – incalza Di Lieto – riterremo l’ ente responsabile per tutti i danni che dovessero subire i cittadini in conseguenza delle condizioni in cui hanno ridotto corso Mazzini. Infatti, i lavori che vengono eseguiti in queste ore sono condotti senza alcuna garanzia sia per i lavoratori ma anche per i cittadini che passeggiano mentre i flessibili sono pericolosamente all’ opera. Avevamo accuratamente evitato di intervenire in quel pasticciaccio dei “paletti” lungo corso Mazzini – aggiunge il rappresentante del Codacons -. Lo avevamo fatto perché abbiamo da sempre pensato che il corso debba essere consegnato ai cittadini e vietato alle auto. Ma quanto sta accadendo in queste ore ha dell’ incredibile. Quei costosi paletti appena posizionati sono stati subito rimossi». I residenti del centro storico annunciano, invece, un nuovo incontro pubblico che si svolgerà mercoledì 26 giugno alle 19 a Largo Pianicello, dopo quello già organizzato lo scorso giovedì. «Diverse sono state le proposte emerse in quell’ occasione – scrive in un comunicato il comitato – come il potenziamento del sistema di raccolta dei rifiuti, l’ istituzione di un’ isola pedonale, un servizio di trasporti pubblici efficienti capaci di collegare il centro storico con varie parti della città ed infine anche l’ idea di istituire un comitato civico che possa funzionare da osservatorio sui problemi cittadini». l.c.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox