4 Dicembre 2019

Il Codacons: «Mai interpellati dai cittadini attendiamo gli sviluppi degli accertamenti»

«Per quanto ci riguarda non abbiamo mai registrato casi di cittadini che ci abbiano interpellato nel merito dell’ utilizzo di Concilia». Il presidente provinciale del Codacons, Maurizio Zeoli (nella foto), si limita a constatare l’ assenza di lamentele nel capoluogo relativamente al software della Maggioli in uso ai vigili urbani di Benevento. Cosa pensa del sequestro disposto dalla Procura dei dati relativi al software usato dai caschi bianchi del capoluogo. Mai avuto segnalazioni in passato, quindi, neppure su errori? «Non ero a conoscenza della cosa e, quindi, non mi permetto di entrare nel merito. Posso solo dire che, nello specifico dell’ utilizzo di Concilia, ho solo sentito parlare di qualche problema ma, come Codacons, non abbiamo alcun caso segnalato». Ma la sorprende che sia stata acquisita una copia del software usato sia per comminare le sanzioni, sia per gestire l’ iter dei verbali? Stiamo parlando del programma adottato dalla gran parte delle polizie locali. «Da responsabile del Codacons, le dico che, ormai, non mi sorprende più nulla, ne abbiamo sentite tante. Conosco solo il software Concilia ma, ripeto, non ho elementi specifici sulla vicenda. Certamente verificheremo quali saranno gli accertamenti che produrrà questo sequestro». Si parla di una verifica legata al pagamento dei bollettini cartacei rispetto ai dati inseriti nel sistema. Che posizione ha rispetto ai metodi di pagamento delle multe, tra cartaceo ed elettronico? «Non è tanto importante il metodo di pagamento quanto l’ uso che se ne fa. Certamente, sarebbe importante mettere il cittadino nelle migliori condizioni possibili per effettuare il versamento, scegliendo quello più comodo e che faccia perdere meno tempo possibile. Sotto questo aspetto, sarebbe auspicabile un maggiore utilizzo dell’ elettronica, non solo di ausilio agli accertamenti delle violazioni al codice della strada ma, quantomeno, per agevolare il pagamento». Restando in tema di multe, per quale tipologia di sanzioni i cittadini si rivolgono maggiormente a voi? «In gran parte per le multe da autovelox. Soprattutto per quelle comminate sulla Telesina. E, in quel caso, la problematica è relativa ai limiti di velocità particolarmente bassi, spesso proprio in rettilineo. Le infrazioni, quindi, avvengono più per distrazione che per una consapevole violazione trasformandosi, quindi, molte volte in un modo per fare cassa da parte dei Comuni». fran.g.e. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox