22 Agosto 2007

Il Codacons: “Intervenga la Consob“Alitalia

Il Codacons: “Intervenga la Consob“Alitalia.
La nuova cordata chiede un incontro con Prato.
Entro fine mese il nuovo piano del governo

La cordata di imprenditori che fa capo all`ex-presidente della Corte Costituzionale, Antonio Baldassarre, ha intenzione di rilevare l`intera quota di Alitalia nelle mani del ministero dell`Economia. Lo ha dichiarato lo stesso Baldassarre, ricordando di avere un appuntamento con il presidente di Alitalia, Maurizio Prato, un incontro che dovrebbe aver luogo entro la fine del mese. Intanto cominciano a uscire i nomi dei “misteriosi“ partecipanti alla corrente di Baldassarre. Si è fatto il nome di Giancarlo Elia Valori, presidente di Sviluppo Mediterraneo, una finanziaria che avrebbe già ottenuto l`autorizzazione di Bankitalia. Ma escono fuori altri pretendenti: oltre alla conferma di Air One, sostenuta sempre da Intesa San Paolo, si torna a parlare di Air France-Klm, Lufthansa e Aeroflot. I nomi sono una pura curiosità, perché al centro della gara sarà il nuovo piano industriale che il presidente di Alitalia presenterà al Cda della compagnia entro la fine del mese. Sarà un piano triennale che prevede, tra l`altro, la riduzione dei voli da Malpensa e l`aumento di quelli da Fiumicino, mentre si sta esaminando il ruolo di Linate, il terzo aeroporto che potrebbe avere un ruolo limitato alla tratta Roma-Milano. E` in atto una revisione della mappa dei servizi aerei, con l`obiettivo di potenziare quelli con il Nord e il Sud America e di restringere le rotte verso l`Estremo Oriente, in particolare Cina e India. Per quanto riguarda il personale, non sono attesi esuberi, ma vi sarebbero il blocco delle assunzioni e dei contratti a termine. Un`altra direttiva sarebbe quella di riprendere l`attività di trasporto aereo da città del Nord verso l`estero. Qualcosa del piano dev`essere trapelata se nella seduta di lunedì` della Borsa il titolo ha registrato un rialzo superiore al 5%. Su questo punto, c`è stato un intervento del Codacons, che ha chiesto alla Consob di intervenire subito per bloccare quelle informazioni che influiscono sui prezzi e provocano speculazioni. Da segnalare, infine, una protesta del proprietario della compagnia aerea “low Cost“ Wind Jet, diretta al ministro dei Trasporti, Alesandro Bianchi, per una direttiva dalla quale risultava che gli aeroporti di Catania e Palermo erano considerati di serie B. Il ministro sta riordinando la situazione del traffico aereo in Italia, ma l`operazione non deve trasformarsi in aiuto indiretto alla compagnia di bandiera. Bisogna rispettare i diritti di tutti. .

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this