13 Giugno 2003

Il Codacons incontra i risparmiatori

Il Codacons incontra i risparmiatori

Un modo per assecondare le richieste d`aiuto e di informazione della gente




OSTUNI Il «Codacons», il coordinamento delle associazioni per la difesa dell`ambiente e dei diritti degli utenti e consumatori, ha intrapreso una vera e propria «battaglia» per ottenere l`annullamento dei contratti stipulati con la «Banca 121» per il prodotto finanziario denominato «My Way». Per chiarire alcuni aspetti dei ricorsi contro questa banca (oggi assorbita dal «Monte dei Paschi di Siena») il responsabile provinciale Codacons, avv. Vincenzo Vitale, ha fissato diversi incontri, durante i quali è stata illustrata ai risparmiatori la normativa in materia bancaria e creditizia con riguardo agli investimenti in prodotti finanziari.
«Sono tantissimi – afferma l`avv. Vitale – gli utenti che ci chiedono assistenza per ottenere quanto meno la restituzione del capitale versato. Era stato assicurata loro la formazione di un capitale futuro investendo anche modeste cifre mensili ed hanno, invece, scoperto che i versamenti mensili effettuati costituivano delle rate per il rimborso di un mutuo e che, avendo contratto un mutuo, erano stati segnalati alla centrale rischi.
Peraltro il «finanziamento» veniva investito, dalla stessa banca, in prodotti particolrmente rischiosi che non sono stati remunerativi come ci si attendeva, con la conseguenza che, quando gli stessi utenti hanno chiesto di recedere dal contratto, la banca ha addirittura richiesto loro di versare ulteriori somme».
Secondo l`avv. Vitale, il contratto stipulato per tale prodotto, particolarmente complesso, nonché il conflitto di interesse, «è nullo per vizio del consenso».
La legge 281/98 riconosce ai consumatori e agli utenti, il diritto ad una adeguata informazione e ad una corretta pubblicità nonché al diritto della correttezza, trasparenza ed equità nei rapporti contrattuali concernenti beni i servizi, Specialmente in materia bancaria e creditizia, la normativa in vigore impone agli istituti di credito, particolari obblighi di trasparenza e informazione e quest`ultima, dev`essere adeguata, completa, comprensibile, non fuorviante e sufficiente a consentire al consumatore di effettuare le sue scelte.
Il «Codacons» ha deciso andare incontro alle richieste di tutti coloro che hanno stipulato tale tipo di contratto, fissando diversi incontri.
Sono stati segnalati all`associazione che tutela i consumatori alcuni casi particolarmente eclatanti e, tra questi, quelli di alcuni risparmiatori di circa 70 anni, ai quali sarebbe stato fatto sottoscrivere un piano finanziario della durata di 30 anni. Tutti coloro che vorranno avere maggiori informazioni, potranno rivolgersi al responsabile «Codacons» (tel. 0831-302140 o 333-3057895) oppure alla sede provinciale in corso Garibaldi-angolo via D`Orimini n. 1 a Brindisi; tel. 0831-521311/ 377971/347-8212130/333-4091323.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox