10 Gennaio 2007

Il Codacons: impugnabile il 50% delle ammende

La Cassazione rigetta il ricorso di un Comune contro un automobilista. Il Codacons: impugnabile il 50% delle ammende
Strisce blu, niente multe se mancano parcheggi gratis

Annullabili le contravvenzioni prese nei centri urbani per non aver pagato la sosta &nbsp Nei centri urbani – escluse le zone a traffico limitato, le aree pedonali e quelle di particolare rilevanza urbanistica – gli amministratori comunali hanno l`obbligo di realizzare, sempre, aree di sosta libera accanto ai posteggi a pagamento a fascia oraria. Lo sottolineano le sezioni unite civili della Cassazione con la sentenza n. 116/07). Possono dunque essere annullate le multe elevate agli automobilisti rei di non aver pagato il parcheggio nelle strisce blu, se mancano, nelle zone limitrofe, aree di sosta gratuita. La Suprema Corte ha così rigettato il ricorso del Comune di Quartu Sant`Elena contro una sentenza del giudice di pace di Cagliari che aveva dichiarato “la nullità e l`inefficacia di tutti i verbali di accertamento e contestazione per sosta vietata“, impugnati da un cittadino che aveva più volte parcheggiato in una zona a pagamento, senza esporre il tagliando attestante il versamento delle somme dovute. Per il giudice, in particolare, non erano stati previsti “parcheggi liberi nelle immediate vicinanze dell`area interessata“, come stabilito invece nell`articolo 7, comma 8 del Codice della strada, ed una sola ordinanza del sindaco prevedeva l`istituzione di un parcheggio libero, ma in una zona lontanissima. L`associazione dei consumatori Codacons stima che, con la sentenza, potrebbe essere impugnabile il 50 per cento delle multe comminate in città.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this