22 Marzo 2020

Il Codacons impugna in Tribunale l’ accordo tra ArcelorMittal e Governo

Scatta il ricorso contro l’ accordo che ha mandato in archivio un’ altra battaglia a colpi di carte bollate. Il Codacons, infatti, ha annunciato in una nota di aver impugnato dinanzi al Tribunale di Milano l’ accordo tra Governo e ArcelorMittal sull’ ex Ilva di Taranto. Un patto che, come si ricorderà, ha mandato in archivio lo scontro dinanzi ai giudici sulla decisione del colosso dell’ acciaio di rescindere l’ accordo per la gestione dello stabilimento di Taranto. «Il giudizio dinanzi al Tribunale – spiegano dal Codacons – a seguito di una serie di rinvii si è concluso il 6 marzo scorso con la presa d’ atto da parte del giudice del nuovo accordo sottoscritto da Ilva e da ArcelorMittal. Tuttavia – si sottolinea nel comunicato – ad oggi i termini dell’ accordo rimangono sconosciuti, visto che il Tribunale ha negato al Codacons il diritto di prenderne visione, estinguendo il giudizio». Uno scenario contro il quale il Codacons ha deciso di agire. «Si tratta di un fatto estremamente grave – evidenzia l’ associazione – perché il Codacons, in qualità di associazione ambientalista, ha tutto il diritto di verificare le prescrizioni dell’ accordo relative al piano ambientale e di spiegare la situazione anche ai cittadini di Taranto Proprio per questo l’ associazione ha deciso di impugnare il provvedimento del giudice al fine di ottenere l’ esibizione dell’ accordo, presentando ricorso al Tribunale di Milano, finalizzato a consentire ai cittadini di conoscere i contenuti dell’ intesa e di interloquire sui vari punti. In caso di accoglimento del reclamo da parte del Tribunale – conclude la nota – l’ accordo sarà rimesso in discussione e andrà rielaborato con la partecipazione del Comune di Taranto e dei cittadini rappresentati dal Codacons». © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox