9 Novembre 2013

Il Codacons ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Trento contro la Regione

TRENTO Il Codacons ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Trento contro la Regione con l’ accusa di non aver fornito i documenti relativi all’ attività svolta dall’ amministrazione sul fronte delle protesi all’ anca pericolose. «La condotta posta in essere dall’ amministrazione – afferma il Codacons – potrebbe integrare il reato di omissione d’ atti d’ ufficio. Tale comportamento è illegittimo se solo si considera che altre Regioni, cui l’ istanza è stata inoltrata, hanno risposto sia pur parzialmente». Codacons chiede che venga accertato se la Regione «abbia adempiuto alle direttive del ministero della salute verificando se le Asl abbiano effettivamente contattato i pazienti portatori di protesi per sottoporli al follow – up, in considerazione del grave rischio per la salute in cui incorrono». L’ associazione ricorda infine ai portatori di protesi all’ anca Depuy la possibilità di chiedere il risarcimento per i danni subiti fino ad un milione di euro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox