14 Febbraio 2001

IL CODACONS ESULTA PER UNA RECENTE SENTENZA DI UN GIUDICE DI PACE: ?CHI SBAGLIA PAGA?

    DOPO UNA VALANGA DI CARTELLE PAZZE ECCO UN GIUDICE RINSAVITO CONDANNATE LE FINANZE A RISARCIRE UNA CONTRIBUENTE VITTIMA DI ?CARTELLE PAZZE?

    Sembrava un vicolo cieco per i contribuenti il tunnel ?cartelle pazze? e invece il Giudice di pace di Mestre, dott. Caracciolo, ha condannato il Ministero delle Finanze a risarcire una contribuente alla quale era stata recapitata una cartella pazza con cui si chiedevano circa £. 600.000 tra imposte, sanzioni e interessi per un errore commesso dal Centro di Servizio di Mestre. Dopo aver annullato la cartella, previa istanza presentata dal commercialista dell?interessata, la signora ha chiesto la restituzione delle £. 300.000 spese per assicurarsi la garanzia del commercialista.
    Il coraggioso Giudice di Mestre, seguendo il vecchio principio ?chi sbaglia paga?, ha riconosciuto la Pubblica Amministrazione colpevole di non aver adottato le comuni regole di prudenza e di diligenza, se si fosse adottata la dovuta attenzione l?errore sarebbe stato evitato.
    Il Ministero delle Finanze, convenuto contumace, è stato condannato al risarcimento dei danni.
    ?In ossequio al principio fondamentale del neminem laedere anche la pubblica amministrazione deve osservare specifiche norme e comuni regole di prudenza nonché di diligenza, poste a tutela dei terzi, di cui è espressione l?art. 2043 c.c????
    Con riguardo al requisito soggettivo della colpa non può ritenersi che si possa intravedere un errore scusabile che, se incidente sulla interpretazione della legge, può considerarsi talwe solo se riconducibile ad oggettiva oscurità della norma violata o altrimenti inevitabile, commessa dalla persona fisica dell?organo autore della violazione?..
    Sussiste, quindi, la colpa dell?autore dell?atto amministrativo illegittimo, per la condotta da esso tenuta, dovuta ad errore evitabile se si fosse usata la normale diligenza?.
    Il Codacons, che da anni porta avanti una vera e propria campagna a difesa del contribuente, esprime tutto il suo apprezzamento per questo giudice coraggioso e promette dura battaglia contro tutte le negligenze della Pubblica amministrazione.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox