29 Luglio 2018

Il Codacons: «Esposto alla Procura per l’ aumento di slot e scommesse»

SOLO LO SCORSO 3 luglio il Codacons aveva lanciato l’ allarme ludopatia ad Ancona, presentando un esposto alla Procura della Repubblica in cui si denunciava l’ abnorme crescita di sale slot, videopoker e altri dispositivi da gioco presso i locali pubblici del territorio, e si chiedeva di accertare l’ operato dell’ amministrazione locale e della Questura nel rilascio delle relative autorizzazioni. Un allarme rimasto però inascoltato, come dimostra l’ omicidio della donna di 85 anni, uccisa a coltellate in casa il 17 luglio scorso, per il quale è indagato un vicino di casa affetto da ludopatia. «LA DIPENDENZA da gioco è una piaga sociale nel nostro Paese che distrugge la mente dei giocatori e li porta a commettere reati gravissimi come l’ omicidio pur di reperire soldi da destinare al gioco – spiega il presidente Carlo Rienzi -. Nella nostra denuncia in Procura chiedevamo di mettere un freno al proliferare di sale slot e macchinette ad Ancona e provincia, allo scopo di contenere la piaga della ludopatia, e se il nostro allarme fosse stato ascoltato forse quest’ ultima tragedia si sarebbe potuta evitare. Ora inoltreremo un nuovo esposto alla Procura di Ancona – aggiunge Rienzi – chiedendo di valutare le responsabilità delle istituzioni locali alla luce della possibile fattispecie di concorso in omicidio, qualora le stesse non abbiano adottato tutte le misure idonee a prevenire la dipendenza da gioco e tutelare la salute ei cittadini». E PROPRIO la scorsa settimana è stato aperto un nuovo sportello a Torrette per aiutare i dipendenti e le loro famiglie. Chi ha bisogno di supporto può contattare l’ Asur – dipartimento ludopatie: 071 8705981 – 5973 O il centro San Nicola: 07319142 o www.centrosannicola.com.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox