6 Marzo 2012

Il Codacons: “E’ la punta dell’ iceberg”

Il Codacons: “E’ la punta dell’ iceberg”

“il sistema del dirottamento non è certo una novità, balduzzi impedisca ai medici ospedalieri di fare visite private fuori dal nosocomio”
“E’ solo la punta dell’ iceberg di un fenomeno molto esteso”. E’ quanto afferma il Codacons commentando il blitz condotto dai carabinieri del Nas e dalla Guardia di Finanza. “Il dirottamente di pazienti alle cliniche private, per interventi che potrebbero essere eseguiti negli ospedali a carico del Servizio sanitario nazionale, non è certo una prassi nuova e sconosciuta, e rappresenta un evidente danno sia per i cittadini che per la sanità pubblica – afferma il presidente Carlo Rienzi – Il fenomeno può essere bloccato solo introducendo per i medici il lavoro a “tempo pieno” all’ interno dei nosocomi”. “Per tale motivo il ministro della Salute, Renato Balduzzi, deve rispettare il termine del 30 giugno per porre fine alla “intramoenia allargata”, ossia la possibilità per i medici ospedalieri di fare visite private fuori dal nosocomio, se la struttura ospedaliera non ha spazi per l’ attività privata”. “Solo così – conclude Rienzi – sarà possibile mettere fine a pratiche scorrette che arricchiscono medici e cliniche private e danneggiano i cittadini e la Pubblica amministrazione”.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox