10 Gennaio 2005

Il Codacons denuncia Sky per la differita




L`AFFETTO dei tifosi giallorossi verso il Catanzaro, si sa, ha sempre coperto distanze che per latri sembrerebbero incolmabili.
Da nord a sud, in campi e stadi che per quattordici anni sono sembrati troppo piccoli per accogliere tutto l`affetto giallorosso.
Quest`anno, che finalmente dopo quattordici anni il Catanzaro ha risalito doppiamente la china, portandosi dall`inferno delle serie minori fino alla serie cadetta, i tifosi si erano rallegrati non solo per la promozione ma anche del fatto che le partite che la squadra del cuore avrebbe disputato fuori casa, sarebbero andate in onda su Sky, la Tv che si è aggiudicata i diritti per la trasmissioni delle partite del campionato di serie A e B, permettendo così a tutti di poter seguire le vicende giallorosse anche comodamente seduti sui divani di casa.
Ma nè l`incontro di ieri che il Catanzaro ha disputato a Verona, nè quello di qualche mese fa, che le Aquile giocarono in casa contro il Pescara, sono andati in onda in contemporanea con le altre partite e cioè al fischio di inizio dell`arbitro, bensì sono state trasmessi in differita.
Questo perchè pare che Sky non disponga di un numero di canali necessari per la messa in onda delle partite quando i due campionati, si giocano contemporaneamente.
A questo punto a tutela dei diritti dei tifosi consumatori, scende in campo (è il caso di dirlo) il Codacons che attraverso il suo presidente regionale Francesco Di Lieto fa sapere: «Denunceremo Sky per aver ingannato gli spettatori e tutti coloro che hanno sottoscritto l`abbonamento, con una pubblicità falsa, poichè i servizi erogati non corrispondono effettivamente a quelli prestati».
Si annuncia dunque un`altra battaglia da parte dell`associazione in difesa dei consumatori, che nel caso di specie sottolinea: «Nel momento in cui i cittadini hanno sottoscritto gli abbonamenti – dice Francesco Di Lieto – lo hanno fatto sapendo di poter guardare in ogni momento le partite che più gradivano. Per ben due volte – continua il presidente regionale dell`associazione Codacons – invece i tifosi del Catanzaro sono stati penalizzati, perchè Sky non ha le attrezzature adeguate per soddisfare le esigenze di tutti. Non è escluso – conclude Francesco Di Lieto – che la protesta a questo punto si estenda anche a livello nazionale, coinvolgendo così anche altre tifoserie ed altri consumatori, ingannati da false promesse pubblicitarie

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox