fbpx
28 Gennaio 2003

Il Codacons denuncia le Poste all`Antitrust

Il Codacons denuncia le Poste all`Antitrust

«Aumenta le tariffe sfruttando il monopolio»



ROMA ? «Le Poste Italiane hanno una posizione di monopolio in Italia». Lo rileva il Codacons, che annuncia una denuncia all`Antitrust per «gli aumenti ingiustificati e spropositati» dei costi dei servizi al pubblico disposti dalla società. Secondo l`associazione dei consumatori «la strategia delle Poste Italiane è ormai chiara da tempo: colpire i consumatori e le fasce più deboli, costrette a subire, privilegiando la grande clientela, quella per la quale c`è la concorrenza dei corrieri postali». «Per questa ragione ? sottolinea in una nota il Codacons ? aumentano regolarmente le tariffe per le quali vantano una posizione di monopolio e mantengono ferme o riducono quelle dove possono perdere quote di mercato».
Le Poste replicano che «si tratta di prezzi di servizi in concorrenza e non di tariffe in monopolio. E che comunque l`offerta di Poste rimane la più concorrenziale sul mercato italiano». Secondo l`associazione dei consumatori, i bollettini di conto corrente postale «costeranno in media 18 euro l`anno alle famiglie, con un incremento di 4 euro e 14 centesimi». L`aumento del costo del conto corrente a cui fa riferimento il Codacons è scattato lo scorso 2 gennaio: da quel giorno, infatti, per il conto corrente si paga 1 euro. Gli ultrasettantenni, tuttavia, possono continuare a pagare i bollettini a loro intestati 77 centesimi, presentando allo sportello un documento di identità.
Per i correntisti titolari di Bancoposta online e Bancoposta Impresa online il pagamento via internet costa invece 80 centesimi. Annunciando l`aumento a 1 euro, Poste italiane faceva comunque notare come il prezzo dei bollettini in Italia sia inferiore rispetto ad altri paesi europei. In Germania il costo è infatti compreso tra 1,50 e 3 euro, in Francia tra 3,40 e 10 euro e in Olanda la commissione per effettuare un pagamento a favore di terzi è di 5 euro.
Intanto l`amministratore delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi (nella foto), entra nel board dell`International Post Corporation. È la prima volta che un ad di Poste Italiane viene eletto dall`assemblea degli azionisti a Bruxelles. L`International Post Corporation è stata costituita nel 1989 dalle principali aziende postali europee, dagli Usa e dal Canada per studiare, sviluppare e fornire prodotti e servizi ai propri soci con lo scopo di migliorare le loro performance.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox