25 Maggio 2020

Il Codacons denuncia: i commercianti hanno aumentato i prezzi, scaricano sui clienti i costi per la sanificazione

Spunta in Italia la «tassa Covid», un balzello dai 2 ai 4 euro applicato dagli esercenti ai propri clienti, e inserito direttamente come sovraprezzo nello scontrino, per finanziare i maggiori costi sostenuti, per la sanificazione e non solo, dagli esercizi commerciali a causa del coronavirus. A denunciarlo il Codacons: «Il sovraprezzo è applicato, in particolare, da parrucchieri e centri estetici — attacca il presidente dell’associazione, Carlo Rienzi —. Un balzello inserito nello scontrino con la voce “Covid”». L’associazione avrebbe anche registrato casi di centri estetici che obbligano i clienti ad acquistare un kit monouso costituito da kimono e ciabattine, alla cifra di 10 euro. Secondo il Codacons, si potrebbe configurare il reato di truffa e per questo ha presentato una denuncia alla Guardia di Finanza e all’Antitrust.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox