31 Gennaio 2010

Il Codacons: Comune, spuntano altri ammanchi

ZOCCA. La querelle sui milioni fatti sparire dall’ ex geometra comunale Sergio Leonelli non si è ancora spenta. Emerge infatti un nuovo caso di soldi versati e che non risultano mai arrivati nelle casse comunali, caso nuovo rispetto a quelli che hanno portato al patteggiamento di Leonelli a cinque anni. A segnalarlo è Fabio Galli, responsabile del Codacons. «La scandalosa vicenda delle tasse edilizie sparite dalla contabilità del Comune ha aperto gli occhi a molti cittadini di Zocca – si legge in una nota dell’ associazione – E’ di queste ore grazie anche alle indicazioni del Codacons di Modena, che viene alla luce un nuova caso di denaro pagato di cui non c’ è più traccia (salvo le due quietanze su carta intestata, una del Comune di Zocca e l’ altra "Comune di Zocca scheda oneri" in possesso degli interessati, di cui una con il timbro ed una sigla che recita "economo comunale pagato") e della relativa licenza edilizia fantasma. Un nuovo caso che non risulta tra quelli oggetto della indagine conclusasi con il patteggiamento a cinque anni dell’ ex capo dell’ ufficio tecnico. Clamoroso. Quanti altri ammanchi potrebbero saltare fuori? Per quante amministrazioni qualcuno è stato in grado di far sparire i soldi dei versamenti? Chi, al di là delle cariche ricoperte, può avere avuto responsabilità per i denari spariti? A quanto ammonta il danno complessivo? Ma la domanda più grave è questa. Visto che gli ammanchi possono essere più numerosi di quelli scoperti sinora, è mai possibile che nessun assessore o sindaco si sia accorto della cosa? Cosa farà ora il sindaco? Visto che quei versamenti non esistono in contabilità, bloccherà i lavori ai cittadini danneggiandoli due volte? O si farà restituire i soldi che né lui né i suoi predecessori si sono accorti che fossero spariti? E come potevano accorgersene i semplici contribuenti di Zocca? Su tutta la vicenda in brevissimo tempo partirà un esposto alla Procura della Repubblica per aprire una seconda indagine su una vicenda che è ben lontana dall’ essere conclusa». I cittadini torneranno a protestare sabato 13 febbraio nella manifestazione organizzata dal Codacons.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this