26 Novembre 2019

Il Codacons candida Di Lieto Talarico dà l’ ultimatum ai partiti

COSENZA – Il paradosso è che mentra i partiti e i movimenti tradizionali non riescono a trovare uno straccio di candidato, si moltiplicano le candidature degli “outsider”. L’ ultimo in ordine di tempo è il responsabile per la Calabria del Coda cons, Francesco Di Lieto. Ne dà notizia con un comunicato la stessa associazione dei consumatori. «Rivolgiamo un appello a tutti i partiti che si presenteranno alle prossime elezioni regionali in Calabria – aggiunge il Codacons – affinché valutino la candidatura di Di Lieto, persona che rappresenta la società civile e che da anni si batte a tutela dei cittadini calabresi. Dall’ acqua pubblica alla difesa dell’ ambiente, dalla guerra contro la malagestione dei servizi pubblici alla sanità sempre più disastrosa in Calabria, innumerevoli sono le battaglie portate avanti da Francesco Di Lieto in qualità di presidente del Coda cons regionale e che lo hanno portato ad essere un punto di riferimento per i consumatori calabresi. Riteniamo che la candidatura di Di Lieto possa apportare un contributo concreto al miglioramento della qualità della vita dei cittadini calabresi ed invitiamo i partiti che correranno alle prossime elezioni ad inserire nel proprio pro Francesco Di Lieto gramma un dipartimento per la tutela dei consumatori che abbia il compito specifico di occuparsi delle questioni attinenti gli utenti ed agevolare la risoluzione di problemi e criticità troppo spesso alimentate dalla troppa burocrazia e dall’ assenza di un organismo di coordinamento tra i vari uffici regionali». Per un candidato che arriva un altro è pronto ad uscire di scena. Si tratta del re delle cravatte Maurizio Tala rico che, forse un po’ infastidito per non essere stato preso troppo sul serio dai partiti tradizionali, ieri ha messo una scadenza alla sua disponibilità. «Evoluzione ed involuzione del quadro politico in campo. Si danno il cambio ora per ora, il mio entusiasmo. Il coro di consenso che sta accompagnando questa mia voglia di scendere in campo per la mia Calabria fa eco all’ urgente necessità di aggregare, coinvolgere, programmare, che non fa paio con i tempi lunghi della politica. Ribadisco che la mia candidatura è civica indipendente, a disposizione in primis della mia Terra poi per i partiti, movimenti, forze sociali e di categoria, associazioni riformiste e progressiste e forze governative». «Tale disponibilità – aggiunge – resta invariata da parte mia sino a giovedì 28 novembre. In assenza di convergenza assumerò le mie decisioni, perchè il mio mettervi la faccia nasce dalla consapevolezza che la Calabria non può perdere tempo. Anche perchè la mia è un’ opportunità per rendere la mia Terra competitiva ed a dimensione europea. Ringrazio tutte le persone che non conosco e che in questi giorni sia sui social e con contatti diretti mi stanno sostenendo ed entusiasmando».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this