26 Luglio 2011

Il Codacons boccia la Strada del Parco

Il Codacons boccia la Strada del Parco
 

• campagna. Il Codacons boccia la richiesta di inserimento, da parte del presidente della Provincia, Edmondo Cirielli, della "Strada del Parco" nel Piano Sud. Nei giorni scorsi Cirielli, ha incontrato il vice ministro alle Infrastrutture, Aurelio Misiti, per reperire fondi utili per la realizzazione della strada "verde", arteria di collegamento tra l’ A3, e in particolare dall’ uscita di Campagna, all’ area costiera del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. «La notizia dell’ incontro di Cirielli con Misiti per perorare la causa della costruzione di una "Strada del Parco" – si legge in una nota di Rocco Panetta, responsabile settore trasporti del Codacons del Diano – a partire dallo svincolo Campagna ci ha meravigliato. Ricordiamo che nella conferenza stampa di presentazione della sua consiliatura provinciale Cirielli ha dichiarato che tra le infrastrutture provinciale era "prioritaria" la riapertura della linea Sicignano-Lagonegro, almeno nel tratto fino a Casalbuono». Il Codacons da anni si batte per la riapertura della tratta ferroviaria chiusa al traffico da quasi un trentennio. «Ci saremmo aspettati che il presidente – dice Panetta – avesse chiesto al vice ministro di utilizzare i 72 milioni di euro occorrenti per la costruzione di tre nuovi svincoli sulla A3 (Eboli, Sala Consilina Sud, Padula – Buonabitacolo), doppioni di quelli giá esistenti e non previsti dall’ Anas, per i lavori di riapertura della linea ferroviaria nel tratto salernitano». L’ associazione dei consumatori annuncia battaglia sulla questione del mancato ripristino della Sicignano – Lagonegro alla luce anche di quella che per loro è stata una presa in giro finalizzata solo alla campagna elettorale. «Tra Sicignano e Polla, ad 80 km/ora, i treni – conclude il Codacons – possono attraversano gli Alburni. Nel Diano i treni, Minuetto diesel, possono viaggiare a 130 km/ora tra Polla e Montesano, mentre gli autobus possono viaggiare, anche in autostrada, alla velocitá massima di 100km/ora. Forse sarebbe meglio meditare su queste cose prima di chiedere il finanziamento per la costruzione di una nuova strada nel territorio del Parco».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox