13 Ottobre 2001

Il Codacons: “Basta con le domeniche a piedi“

Il Codacons: ?Basta con le domeniche a piedi?

?Le domeniche ecologiche imprigionano i residenti delle zone chiuse al traffico?. È il Codacons, il comitato per la difesa dei consumatori, a puntare il dito contro il provvedimento che limita il traffico cittadino esclusivamente a mezzi pubblici, taxi e autovetture per disabili. Contro l?iniziativa, che dovrebbe essere ripetuta le prime domeniche di ogni mese del prossimo anno, nella capitale e in numerose altre città italiane sono arrivate valanghe di proteste da parte dei residenti delle cosiddette eco-zone. Questi cittadini, infatti, non potranno in alcun modo utilizzare le proprie automobili per uscire dalle aree off-limits. ?Se i cittadini residenti nelle aree chiuse al traffico non ricorreranno ai taxi e agli autobus – sostiene l?avvocato Carlo Rienzi, presidente del Codacons – rimarranno ?imprigionati? a casa propria. A differenza di chi, invece, risiede altrove e può liberamente circolare nelle zone prive di divieti. Una disparità di trattamento fin troppo evidente?. Molte le telefonate, durante le giornate senz?auto, giunte al centralino dell?associazione da parte di cittadini arrabbiati contro l?iniziativa ecologica. Intanto, il Codacons, precisando il proprio ?impegno ambientalista a favore di iniziative ecologiche, purché non danneggino il cittadino?, interviene chiedendo al ministro per l?Ambiente, Altero Matteoli, la possibilità, per chi risiede nella zona chiusa al traffico, di utilizzare l?auto esclusivamente per uscire e rientrare dalla fascia chiusa, senza però poter circolare all?interno di essa. L?associazione invita, inoltre, il comune di Roma, città dove oltre 900 ettari di superficie verranno mensilmente chiusi al traffico, a concedere permessi speciali per gli anziani e a mettere a loro disposizioni taxi gratuiti, in quanto, al pari dei disabili, ?costituiscono una categoria debole da proteggere?. ?Sono ben altri i provvedimenti da prendere per combattere l?inquinamento atmosferico – conclude il presidente del Codacons – come ad esempio il potenziamento dei trasporti pubblici affiancato da un?efficace campagna di informazione che incoraggi il cittadino ad abbandonare l?auto a favore di mezzi di trasporto ecologici?.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox