17 Maggio 2012

Il Codacons attacca: «Un dottore non può penalizzare la vita dei suoi assistiti»

Il Codacons attacca: «Un dottore non può penalizzare la vita dei suoi assistiti»

Per il Codacons di Modena «i medici devono prescrivere i farmaci e o le visite specialistiche esclusivamente tenendo conto della salute dei loro pazienti, dall’ alto della loro competenza professionale nella quale noi crediamo fermamente». Fabio Galli, coordinatore dell’ associazione, aggiunge «guai se si scoprisse un medico che per guadagnarsi favori economici o di carriera subordinasse a ciò la salute dei propri pazienti, limitando la prescrizione di farmaci e o delle visite specialistiche o prescrivesse farmaci non perché ritenuti utili al paziente ma per esclusivo interesse di una casa farmaceutica. Quel medico dovrebbe essere immediatamente radiato dall’ ordine dei medici. Così, guai a quel medico che dimette un paziente dall’ ospedale, non perché certo che le condizioni del paziente questo permetta, ma per obbedire a disposizioni organizzative». Di tale parere, rammenta Galli, è stata anche recentemente la Corte di Cassazione dicendo che “una dimissione impropria o prematura espone i medici al rischio di essere chiamati a rispondere penalmente se, dimettendo un paziente anzitempo, arrecassero a questo un danno alla salute o addirittura il decesso».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox