9 Luglio 2019

Il Codacons attacca la procura di Biella “Niente facili sconti ai responsabili”

mauro zola biella Dura contestazione da parte dei legali del Codacons nei confronti della Procura, anche se è da chiarire come la presa di posizione sul caso del Tempio crematorio, rafforzata dal ritrovamento di Dna, in più urne, una mezza dozzina, con una che conterrebbe due diversi profili genetici, potrà influire sulla ormai imminente prima udienza per il patteggiamento di otto degli undici imputati, compresi due componenti della famiglia Ravetti. L’ unico che potrebbe bloccarli è il gip, se dovesse ritenere le pene non congrue e chiedere che l’ accordo tra Procura e difensori venga riformulato. «Non è ammissibile che ai responsabili di tali gravissimi delitti contro la pietà dei defunti siano fatti facili sconti», ribadisce comunque il team legale dell’ associazione. Il Dna ritrovato nelle urne, esaminate dal centro Antidoping di Orbassano sotto la supervisione dell’ ex comandante del Ris Luciano Garofano, potrebbe forse dare il via a un nuovo filone processuale, anche se gli accertamenti dovrebbero essere confermati dalla Procura ed è praticamente certo che le difese si opporranno, dato che non è stato concesso loro di nominare un perito di parte. Le urne sono state aperte, con tutte le cautele e tutele del caso, filmati compresi, ma il fatto si tratti accertamenti tecnici irripetibili potrebbe dare il via a un’ aspra battaglia legale. Così come è probabile si riaccenda il confronto tra i periti di Codacons e della Procura, entrambi di fama e vaglia. Garofano ha dalla sua il fatto di aver ritrovato nelle urne del Dna, ma la dottoressa Cristina Cattaneo, anatomopatologa tra le più preparate, aveva già precisato che coi resti di cremazioni sarebbe alto il rischio di contaminazione, con la presenza di Dna esogeno non appartenente al soggetto cremato. In fase di indagini era già emerso che le doppie cremazioni, come dichiarato da Alessandro Ravetti, erano iniziate nell’ ottobre del 2017, quindi i tempi coinciderebbero con le analisi di Garofano. – c BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI Al centro del dibattito il ritrovamento di Dna nelle urne esaminate da Luciano Garofano.
mauro zola

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox