9 Aprile 2020

Il Codacons: arrestare chi aveva garantito sicurezza

l’ associazione annuncia che si costituirà parte civile «al fianco dei cittadini»
ALBIANO MAGRA Annuncia di costituirsi parte offesa nel procedimento nell’ inchiesta della magistratura e chiede «l’ arresto dei tecnici tecnici che avevano garantito sicurezza della struttura». Il Codacons scende in campo sul caso-Albiano «pronto a cause risarcitorie in favore dei cittadini della zona che utilizzano di frequente l’ infrastruttura crollata, per gli evidenti rischi corsi». Parole di fuoco anche dal mondo sindacale sia dalla Toscana che dalla confinante Liguria. «Chiarire subito – dicono all’ unisono Annalisa Nocentini (Uil Toscana) e Mario Ghini (Uil Liguria) le cause, si riaffaccia la paura per la sicurezza delle nostre infrastrutture». Franco Borghini, segretario Uil area nord Toscana rilancia. «Non è possibile veder crollare un ponte a quel modo, collassato come un castello di carte. Si accertino le responsabilità e al tempo stesso bisogna trovare una soluzione veloce per la ricostruzione di una infrastruttura è vitale per le aziende e i residenti di Albiano, che altrimenti resterebbero quasi isolati». «Emerge in maniera drammatica- dicono Dalida Angelini (segretaria generale Cgil Toscana) e Monica Santucci (segretaria generale Filt Cgil Toscana) – il problema più volte denunciato come Filt Cgil e Cgil Toscana della carenza di manutenzione della rete infrastrutturale viaria e della contestuale mancanza di un presidio fisico del territorio». Sulla necessità di ricostruire rapidamente un ponte di fontamentale importanza insistono per la Cisl il segretario provinciale di Spezia Antonio Carro e il responsabile Toscana nord Andrea Figaia. «Occorre ristabilire una connessione nel collegamento fra province in un contesto già grave a seguito del fermo produttivo, come conseguenza della pandemia». Matteo Bellegoni, segretario regionale Liguria del Pci chiede che «vengano accertati al più presto i responsabili di questo scempio, nella speranza che la giustizia faccia il suo corso» mentre il segretario generale del Libero sindacato di Polizia (Lisipo) Antonio de Lieto chiede di sapere «quando il ponte è stato controllato e verificato?»

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox