4 Marzo 2020

Il centro storico di Aci S. Antonio in 16 mesi tornerà a risplendere

Aci S. Antonio. Sedici mesi di lavori previsti (ma l’ obiettivo è di completarli in 12 mesi o poco più) suddivisi in cinque distinte fasi, un milione di euro di finanziamento regionale e un centro storico che alla fine dovrebbe essere riportato agli antichi splendori. Questo, in estrema sintesi, l’ intervento di riqualificazione urbana della centralissima via Regina Margherita e delle annesse “porzioni” di via Vittorio Emanuele e via Roma, in pratica il “salotto buono” della città del carretto siciliano. Un intervento importante che lunedì sera è stato illustrato dall’ Amministrazione ai commercianti, preoccupati per le eventuali ricadute sulle loro attività. Presenti il sindaco Santo Caruso, il vice Giuseppe Santamaria, gli assessori Antonio Scuderi (Lavori pubblici) e Quintino Rocca (Ecologia), diversi consiglieri comunali e i tecnici: il direttore dei lavori, Maria Pia Milazzo, il caposettore dell’ Utc, ingegnere Eugenio Luigi Ciancio, rappresentanti della ditta che eseguirà i lavori e del Codacons.È stato chiarito che ognuna delle cinque fasi sarà suddivisa in tre step, che vedranno gli interventi sui due marciapiedi e poi un terzo sulla strada (sulla quale verranno poste le basole di pietra); in questo modo il transito dei mezzi verrà chiuso solo durante le settimane che vedranno eseguito il terzo step di ciascuna fase. La chiusura a tratti di via Regina Margherita consentirà così sempre il transito dei pedoni e stopperà il traffico veicolare solo per periodi limitati, consentendo comunque l’ attraversamento del centro attraverso le vie che lo costeggiano.Il dibattito riguarda anche i parcheggi con quelli al centro che rimarranno sempre attivi; sarà assicurato il ricambio costante. I lavori inizieranno a breve davanti il municipio, con il restauro della pavimentazione davanti la chiesa di San Michele e il rifacimento del marciapiedi; si passerà poi verso piazza Cantarella con un altro troncone della via; la parte più impegnativa riguarderà gli interventi per il condotto fognario.L’ ultima fase riguarderà lo spiazzo all’ incrocio fra le vie Vittorio Emanuele e Regina Margherita, nei pressi di piazza Maggiore, dove si interverrà sul basolato esistente per adeguarlo ai nuovi interventi.«Si tratta di un momento importantissimo per la nostra comunità – ha dichiarato il sindaco – per la nuova veste che indosserà il centro storico, che la vedrà tornare all’ antico splendore, l’ abbellimento con panchine e quant’ altro. Sono felicissimo della partecipazione degli esercenti». Soddisfatti anche i consiglieri Antonio Di Stefano e Salvo Privitera: «Accolta la nostra richiesta di svolgere i lavori a tratti e ridurre il più possibile la durata dei cantieri e l’ interruzione della viabilità, abbiamo ricevuto disponibilità e impegno da tecnici e ditta appaltatrice nell’ impiego di tutte le risorse a disposizione per velocizzare i tempi e cercare di anticipare la consegna dell’ opera. Importante sarà rivederci ed aggiornarci dopo l’ ultimazione della prima fase».Antonio Carreca.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox