15 Novembre 2020

Il caso-Ferragni si accende in tv

le telecamere di ‘italiasì’ per intervistare l’ artista pischedda. battibecco con bagnoli (fdi)
PONTEDERA Il clamore non passa. Anzi si rinfocola. Fa discutere il presepe posto sul municipio di Pontedera con l’ influencer Chiara Ferragni che dà il volto alla Madonna. Ne hanno parlato giornali locali e nazionali, e nelle ultime 24 ore la notizia è arrivata in televisione. Venerdì sera ne hanno parlato a Propaganda Live, programma di successo in onda su La7. E ieri pomeriggio anche su Rai Uno a ItaliaSì, con tanto inviato, telecamere e intervista all’ artista Jacopo Pischedda sul Corso Matteotti. Lui a difendere l’ opera strenuamente, dagli attacchi arrivati dal centrodestra, con il consigliere di Fratelli d’ Italia Matteo Bagnoli, che ha parlato addirittura di «blasfemia». «Non volevo offendere nessuno – ha ribadito Pischedda – e anche il Papa ha parlato della Madonna come della prima influencer della storia, la mia vuol essere una sorta di citazione». Ma non è di questo parere l’ arcivescovo di Pisa, monsignor Giovanni Paolo Benotto, che, in riferimento a quell’ opera, ha parlato di «triste strumentalizzazione del mistero cristiano». «Dispiace – ha detto il vescovo – , che una occasione come il Natale di Gesù, segno universale di umanità e di richiamo alla sofferenza degli umili, dei poveri e degli ultimi, diventi motivo di polemica e di contrapposizione per la non curanza con la quale ci si sente in diritto di provocare la sensibilità di fede di tante persone». E poi c’ è il Codacons, che proprio venerdì ha formalizzato la denuncia controil sindaco di Pontedera. Certo se l’ obiettivo dell’ artista era far parlare della sua opera e più in generale far parlare di arte in città – come spesso e volentieri è accaduto anche in passato a Pontedera – , beh, di sicuro c’ è riuscito. Tanto più dopo ieri sera quando, a intervista finita, è andato in scena tra i passanti anche un botta e risposta proprio tra Pischedda e Bagnoli. «Questa è un’ opera artistica che però va a toccare fortemente la sensibilità dei credenti – gli ha detto Bagnoli – in un momento così poi chi crede non ha certo bisogno di essere provocato in questo modo. A maggior ragione che l’ opera è stata posta sul terrazzo del palazzo comunale, presidio istituzionale della città e che dovrebbe rappresentare tutti i cittadini. Fui io a chiedere di riportare la natività nel municipio ma con queste rappresentazioni si offende le persone. Il sindaco ha sbagliato a permettere tutto ciò e ha sbagliato a far finta di non sapere. Chiediamo che venga tolto il volto della Ferragni e sostituita con una rappresentazione più classica e tradizionale». L.B.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox