9 Novembre 2001

Il caso del giudice che ha querelato Matarrese

punta perotti

Il caso del giudice che ha querelato Matarrese

Ricusazione, il pg d`accordo

La Corte deciderà nei prossimi giorni

«Accogliete la richiesta di ricusazione del gup Mitola». Per la Procura generale presso la Corte d`appello, deve essere accolta la richiesta di ricusazione nei confronti della dottoressa Maria Mitola, che il 10 dicembre prossimo dovrà decidere a chi spetta ordinare l`abbattimento dell`ecomostro di Punta Perotti: se alla procura della Repubblica o al Comune.

Il parere della procura generale è stato espresso dal sostituto procuratore generale Antonino Mirabile nel corso dell`udienza che si è tenuta dinanzi ai giudici della quarta sezione della Corte d`appello (presidente Ferdinando Papia) per la domanda di ricusazione.

I giudici, dopo avere ascoltato le parti, si sono riservati di decidere se accogliere o no l`istanza di ricusazione fatta dai Matarrese, costruttori di Punta Perotti. La riserva sarà sciolta nei prossimi giorni.

Il gip Mitola è stata ricusata nell`udienza del 22 ottobre scorso, quando le parti sono state convocate davanti a lei per l`incidente di esecuzione, chiesto dal Comune per far decidere alla magistratura chi deve attivare le procedure per la demolizione del complesso edilizio. Nel corso dell`udienza dinanzi al gup, i legali dei Matarrese formalizzarono la ricusazione del giudice motivandola col fatto che il magistrato aveva querelato per diffamazione a mezzo stampa Michele Matarrese per una intervista che l`imprenditore aveva rilasciato alla «Gazzetta» un anno e mezzo fa.
I legali, nell`istanza rivolta ai giudici della ricusazione, hanno sottolineato che il gup Mitola non avrebbe potuto prendere, a loro avviso, alcuna decisione sulla questione dell`abbattimento di Punta Perotti per «la grave inimicizia» che esiste, dopo la querela, tra il magistrato e Michele Matarrese. Inoltre, sempre a giudizio degli avvocati dei Matarrese, non spetta al gup decidere sull`incidente di esecuzione ma alla Corte d`appello. Di diverso avviso sono, invece, tutte le altre parti costituitesi durante l`incidente di esecuzione: Procura della Repubblica, Ministero dell`Ambiente, Comune di Bari, Wwf, Codacons e Lipu.

Secondo il sostituto procuratore generale Mirabile, c`è giurisprudenza della Cassazione che prevede la ricusazione di un giudice quando questi è stato querelato da un imputato. Tuttavia, sostiene il magistrato, la regola deve essere applicata anche in caso contrario.
Il giudice Mitola è il magistrato di primo grado che confiscò la struttura ritenendola frutto di una lottizzazione abusiva e assolse da tutte le accuse gli imputati, perchè – a suo giudizio – avevano edificato in buona fede: cioè dopo aver ottenuto dal Comune la concessione edilizia. Questo orientamento è stato condiviso dalla Cassazione che, il 29 gennaio scorso, ha confiscato Punta Perotti, disponendo la sua acquisizione nel patrimonio del Comune.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox