21 Novembre 2007

Il caro-vita colpisce il cenone: costerà 20-30 euro in più

Il caro-vita colpisce il cenone: costerà 20-30 euro in più
Aumenti record per panettone, salmone e cotechino.
E il conto arriva a quota 175

BOLOGNA. Si avvicina il Natale e il Codacons fa i conti in tasca agli emiliano-romagnoli, per vedere quanto spenderanno per il prossimo cenone natalizio. I rincari dell`intero settore alimentare – sostiene il Codacons – porteranno le famiglie dell`Emilia Romagna a spendere 20-30 euro in più rispetto allo scorso anno (a seconda della qualità e della quantità degli acquisti), per un totale complessivo di 165-175 euro. La stima fatta dall`associazione dei consumatori cita, tra i primi esempi di rincari, pandoro e panettone: nel 2006 il prezzo era diminuito, mentre ora entrambi i prodotti fanno registrare forti incrementi dei listini, sulla scia dell`aumento dei prezzi delle materie prime come la farina. Il panettone di marca, rileva ancora l`associazione, è passato da euro 6,60 a 7,30 (+10,6%), quello non di marca da 3 euro a 3,20 (+6,6%); idem il pandoro di marca – passato da 5,90 a 6,35 (+7,6%)- e quello non di marca – da 2,50 a 2,80 (+12%). Registrano aumenti anche lo spumante e il prosecco di marca (+6,9%; +5,5%), il salmone confezionato conteggiato al chilo (da 36,60 a 40 euro, +9,3%), il cotechino precotto di marca (da 5,20 a 5,80, +11,5%); lo zampone di marca (da 6,00 euro a 6,69, +11,5%), il vino da tavola rosso (da 2,00 euro a 2,10, +5%), e anche le lenticchie (confezione da un chilo) che passano da 2,90 a 3,10 (+6,9%) e il miele (vasetto da 250 grammi, da 3,59 a 3,62, +0,8%). Per il Codacons – i cui prezzi campione sono stati rilevati nelle principali città dell`Emilia Romagna, intesi come media della grande e piccola distribuzione – ci si può consolare solo con il torrone confezionato (300 gr) che scende di prezzo da euro 5,60 a euro 5,50 (-1,8%).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox